Fiat: delusione per conti e piano industriale

Sessione in forte ribasso, il titolo scende sotto la soglia di 8 euro

Dopo la prima ora di contrattazioni a Piazza Affari la casa automobilistica evidenzia un forte ribasso scendendo al di sotto di 8. A deprimere le quotazioni di Fiat e' stato l'annuncio ieri sera del piano industriale e dei dati societari del primo trimestre che hanno deluso le aspettative degli investitori.
Il gruppo ha chiuso il trimestre con una perdita netta pari a 319 milioni di euro (nel 1T 2013 utile per 39 mln di euro) legata soprattutto all’accordo firmato con il sindacato americano UAW per acquistare il 100% di Chrysler. Fiat ha confermato i target per il 2014: giro d'affari per 93 miliardi di euro, utile netto tra 0,6 e 0,8 miliardi di euro. L’indebitamento netto industriale è stimato tra 9,8 miliardi di euro e 10,3 miliardi di euro. 

Dal punto di vista tecnico i prezzi hanno aperto un ampio gap ribassista scendendo fino a 7,74. Se il titolo dovesse violare al ribasso anche il supporto a 7,60 circa, minimo di metà marzo e 38,2% del ritracciamento di Fibonacci dell'ascesa dai bottom di fine dicembre, il quadro grafico positivo di medio/breve incomincerebbe a vacillare e aumenterebbero notevolmente le possibilità di una estensione della discesa fino a 7,125.

IG Bank S.A. presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG Bank S.A. non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.