Euro/Dollaro resiste in area 1,15, ma volatilità resta altissima

Il risk off alimenta nuovi flussi di chiusura di operazioni di carry trade sui mercati valutari.

bg_eurusd_1084361
Fonte: Bloomberg

Il ritorno della vendite a Wall Street nella serata di ieri e sui listini europei questa mattina sta alimentando nuovamente la chiusura di operazioni di carry trade verso euro, come accaduto nelle ultime sedute (ad eccezione di ieri).


L'occhio degli operatori è ormai rivolto all'appuntamento di Jackson Hole, dove i vari esponenti delle Banche centrali di tutto il mondo discuteranno dei recenti sviluppi dei mercati finanziari e dei timori sull'economia cinese. Intanto oggi, l'attenzione verrà rivolta nuovamente ai dati Usa. Alle 14.30 saranno resi noti i dati sugli ordini di beni durevoli di luglio. Delle figure migliori delle attese potrebbero riportare gli acquisti sul biglietto verde e portare il cambio Eur/Usd verso i minimi di ieri a 1,14.


Dal punto di vista tecnico, il cambio continua mantenersi piuttosto volatile in scia con l'andamento dei listini azionari. L'indice ATR, che meglio rappresenta questa situazione, rimane sui massimi da oltre un mese, ma ancora lontano dai picchi toccati a marzo scorso. Il primo supporto interessante rimane a 1,14, minimi di ieri, al di sotto dei quali la discesa potrebbe proseguire sino a 1,1220, massimi di luglio e della prima metà di agosto. Difficile prevedere un riposizionamento sotto tale livello entro le prossime 3 sedute. La prima resistenza rimane collocata a 1,16, mentre la successiva passa per 1,1715, top di inizio settimana. Questo livello potrebbe essere toccato in concomitanza con un ritorno delle vendite sui mercati e con dei dati deboli in arrivo dagli States. Il target principale lo collochiamo a 1,18.


Nonostante tutto, continuiamo a credere che ogni rialzo dell'Eur/Usd possa essere una buona occasione per tornare a vendere il cambio, in vista del cambio di rotta della Fed.

IG Bank S.A. presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG Bank S.A. non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.