Brexit

Il Regno Unito ha votato per uscire dall'Unione Europea. Quale l'impatto sui mercati finanziari?

Il punto della situazione al momento:

A marzo 2017 il Regno Unito ha fatto ufficialmente richiesta di uscita dalla Ue, appellandosi all’art. 50 del Trattato di Lisbona. La richiesta è stata firmata dal premier britannico, Theresa May, ed è stata consegnata a mano a Donald Tusk. Questo evento ha segnato l’avvio dei negoziati tra la Ue e il Regno Unito, ben nove mesi dopo il Referendum.

I negoziati stanno andando avanti non senza difficoltà. Dopo l’accordo raggiunto a dicembre 2017 sull’assegno di divorzio che il Regno Unito dovrà corrispondere a Bruxelles, a marzo è stato fatto un altro importante passo avanti. In particolare, l'Unione europea e il Regno Unito hanno stabilito che il periodo di transizione della Brexit durerà 21 mesi (a partire dal 30 marzo 2019) e terminerà il 31 dicembre 2020, solo qualche mese in meno rispetto alle richieste britanniche di 2 anni pieni.

L’accordo, annunciato dal capo negoziatore della Ue, Michel Barnier, e quello britannico, David Davis, prevede che i cittadini europei che arriveranno nel Regno Unito durante il periodo di transizione avranno gli stessi diritti di quelli che risiedono lì prima della Brexit. Londra, in cambio, avrà accesso al mercato interno, rimanendo soggetta a tutti gli obblighi nei confronti di Bruxelles.

Rimane, invece, irrisolta la questione irlandese, su cui i negoziati proseguiranno nei prossimi mesi. Un punto questo da non sottovalutare, dato che presenta notevoli criticità, tanto che lo stesso Barnier ha ricordato come sia necessario avere un accordo su tutto, altrimenti non ci sarà accordo su nulla. 

Sul fronte economico, gli effetti più concreti della Brexit potrebbero essere visibili tra qualche trimestre, dato che le imprese inizieranno a modificare i propri piani industriali, ora che il processo è iniziato.

I nostri articoli

Sterlina, il mercato non crede più al rialzo dei tassi
Vincenzo Longo, 30/04/2018

Articoli precedenti:

Mercati interessati

Mercati Vendi Compra Aggiornato Variazione
GBP/USD
liveprices.javascriptrequired
-
-
-
EUR/GBP
-
-
-
-
FTSE 100
-
-
-
-
FTSE Mid 250
-
-
-
-
Germany 30
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

I nostri video aggiornamenti

È Brexit

Il referendum sulla permanenza del Regno Unito nell'Unione Europea si è tenuto il 23 giugno 2016 con la vittoria dei sostenitori della Brexit (il termine deriva dalle parole inglesi 'Britain' e 'Exit' e si riferiva alla possibilità che il Regno Unito lasciasse l'Unione Europea).

Londra, Scozia e Nord Irlanda erano per il Remain. L'Inghilterra in generale ha votato per il Leave (53,4% contro 46,6%), così come il Galles (52,5% contro 47,5%).

Gli esperti prevedono alta volatilità sui mercati nelle prossime settimane, ma la vera domanda è 'cosa succederà dopo?', perchè l'uscita del Regno Unito dall'UE non avverrebbe prima del 2018, elemento che contribuisce ad aumentare l'incertezza sui mercati.

Cosa aspetti? Apri un conto

Aprire un conto è totalmente gratuito e in pochi minuti sarai pronto a fare trading.

Potrebbero interessarti anche...

  • Analisi di mercato

    Tutte le analisi dei nostri esperti e i dati dei mercati di tuo interesse

  • I nostri servizi

    Scopri la nostra offerta completa per fare trading con i CFD

  • Chi siamo

    Da oltre 40 anni il nostro impegno è innovare il modo di fare trading

Contattaci

Siamo disponibili dal lunedì al venerdì, dalle 09:00 alle 19:00 (CET) al numero verde:

800 897 582

In alternativa puoi scriverci all'indirizzo email italiandesk@ig.com