Saudi Aramco debutta sulla Borsa di Riad, quotazioni in rialzo del 10%

Nel primo giorno di contrattazioni, le azioni del gigante petrolifero hanno raggiunto 9,39 dollari l’una, portando il valore complessivo a quasi 2 mila miliardi di dollari

Come è andato il giorno del debutto?

Dopo l’Ipo più alta della storia, il gigante petrolifero Saudi Aramco nel giorno del suo debutto in Borsa non ha deluso le aspettative. La compravendita di azioni è avvenuta a un prezzo di 9,39 dollari l’una (35,2 riyal), il 10% in più rispetto al valore raggiunto nelle scorse settimane (8,53 dollari, 32 riyal) - non oltre: il 10% è la fluttuazione massima consentita sul Tadawul, l’indice saudita su cui la compagnia ha deciso di quotarsi.

Il valore complessivo di Saudi Aramco arriva così a 1.880 miliardi di dollari: lontano dall’obiettivo dei 2 mila miliardi pronosticato dal principe saudita Mohamed bin Salman, ma comunque un risultato storico.

Saudi Aramco adesso è la compagnia a più alta valutazione del mondo – e ha quotato solo l’1,5% del suo capitale. Subito dopo vengono infatti Apple, valutata 1.200 miliardi di dollari, ma con ben l’88% del suo capitale sul mercato; Microsoft 1.1600 miliardi con il 98,6% di capitale quotato, Amazon 868 miliardi (l’84,2%) e Facebook 573 miliardi (con il 98,8%).

Quali erano le previsioni?

Di certo i presupposti c’erano tutti. La settimana scorsa Saudi Aramco aveva comunicato il prezzo delle azioni, 8,53 dollari (32 ryial) l’una, 25,6 miliardi di dollari in totale, raggiungendo una prima valutazione complessiva da 1.700 miliardi di dollari.

Praticamente assente la partecipazione straniera. La quota di acquisti da parte di investitori internazionali ammonta infatti a circa il 10% (e provengono per lo più dagli Emirati Arabi e dal Kuwait). Per gli altri, i rischi sono troppo alti: a spaventare sono soprattutto le implicazioni della dinastia saudita, a cui appartiene Saudi Aramco, in vicende legate a violazioni di diritti umani all’interno del regno, oltre all’instabilità governativa e al fatto che la compagnia saudita sia tra i principali responsabili di emissioni di Co2.

D’altra parte, lo stesso governo saudita ha apertamente invitato gli investitori del Medio Oriente a prendere parte all’Ipo, ricevendo un notevole supporto: la domanda da parte di questi ultimi è infatti stata tre volte superiore all’offerta.

Il poco successo incontrato al di fuori dai confini della penisola araba potrebbe tuttavia comportare un ripensamento rispetto alla strategia iniziale di quotare il 5% della compagnia in due fasi – di cui quella avvenuta nelle ultime settimane sarebbe solo la prima.

Nel frattempo, il Tadawul è entrato a far parte a tutti gli effetti tra i primi 10 indici dal valore più alto al mondo, grazie all’enorme contributo di Saudi Aramco.

Il risultato, per quanto non abbia raggiunto esattamente la cifra prevista dal principe saudita, sarà comunque sufficiente per implementare il programma “Vision 2030”: un piano che prevede forti investimenti in diversi settori strategici, che permettano all’economia saudita di diversificarsi e non dover contare solo sull’industria petrolifera.

Come sta reagendo il prezzo del petrolio?

Scende di quasi mezzo punto percentuale il prezzo del petrolio, con il WTI a 58,88 dollari al barile e il Brent a 63,65 dollari al barile.

Scopri come fare trading sul petrolio con IG.

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Investi sulle materie prime

Fai trading sui future delle materie prime e altri 27 mercati senza scadenza fissa.

  • Ampia selezione di principali metalli, energie e soft commodities
  • Spread a partire da 0,3 punti sull'oro spot, 2 punti sull'argento spot e 2,8 punti sul petrolio
  • Utilizza grafici continui, con storico fino a cinque anni

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
Vendi
Compra
Variazione
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading