Quotazioni Eni in calo, petrolio volatile. Verso i 45 dollari entro la fine dell’anno?

Scorte Usa in aumento più del previsto, prezzo del barile in calo. Le quotazioni future sono appese all’accordo sul pacchetto di aiuti fiscali Usa, ma Trump continua con le pressioni. In rosso le azioni Eni, -2,7%

Da una parte, gli scioperi in sei piattaforme offshore in Norvegia che spingono al rialzo il prezzo del petrolio. Dall’altro le dichiarazioni del presidente Usa Donald Trump che, tempo di essere dimesso dall’ospedale militare dove era stato ricoverato per covid, proima ha annunciato che non vi sarebbero stati ulteriori colloqui con il Congresso circa il pacchetto di aiuti finanziari in funzione anti-crisi prima delle elezioni presidenziali, poi ha annunciato un (parziale) dietrofront: ben accette le trattative, purché su aiuti mirati soprattutto per le compagnie aeree e le piccole imprese – un totale di circa 160 miliardi di dollari.

Eppure dall’inizio della settimana il prezzo del petrolio continua a oscillare, in balia di eventi più o meno imprevedibili. La positività di Trump al covid – e le dimissioni da record dall’ospedale militare Walter Reed hanno fatto sobbalzare il prezzo del greggio, aiutandolo ieri a sfondare il tetto dei 40 dollari al barile che il Wti si era lasciato alle spalle quando, la scorsa settimana, i timori sulla domanda globale di energia hanno fatto precipitare il prezzo del greggio.

Oggi è la volta dei dati Eia (Energy information Administration) sulle scorte di petrolio Usa. A fronte di un aumento delle scorte di 294 mila barili, il dato si è rivelato peggiore del previsto, con mezzo milione di barili in più rispetto all’ultima lettura, la settimana scorsa – quando, invece, il livello era sceso di quasi due milioni di barili.

Al momento il prezzo del petrolio conferma il trend in calo, con il Wti che fatica a mantenersi sopra i 40 dollari al barile (a metà pomeriggio quota a 40,03 dollari, in calo dell’1,57%), mentre il Brent viaggia sui 42,11 dollari (-1,27%).

Quali effetti sul Ftse Mib?

Il tutto si traduce in conseguenze anche sulle quotazioni del Ftse Mib, dove i titoli petroliferi dall’inizio della settimana hanno seguito la medesima altalena.

Le azioni Tenaris sono scese del 9,76% (e al momento perdono l’1,54%), le Saipem il 9,63% (mentre si scrive perdono l’1,53%). Ma è Eni a registrare, suo malgrado, la performance peggiore da inizio anno, dopo non essere riuscita a recuperare il crollo seguito prima al lockdown e, quasi in contemporanea, alla guerra dei prezzi al ribasso combattuta tra Russia e Arabia Saudita. Le quotazioni Eni al momento sono tra le peggiori dell’indice di Milano, in calo del 2,69%.

Nell’ultimo mese, le quotazioni del cane a sei zampe hanno perso oltre l’11,6% del loro valore. Dall’inizio dell’anno, il prezzo delle azioni Eni di fatto si è dimezzato, dai 13,9 euro di gennaio ai 6,72 di oggi dopo che, alla fine della scorsa settimana, hanno toccato di nuovo i minimi di marzo (6,32 euro).

Cosa succederà al prezzo del petrolio?

“Sul petrolio c'è grande nervosismo, quello che succede agli indici viene amplificato con il petrolio” spiega Pietro Bellotti, premium client manager di IG. “Ha risentito molto della notizia di Trump ricoverato venerdì scorso, ma in questi giorni ha già chiuso il gap ed è tornato a 40 dollari (il Wti) spinto anche dagli scioperi in Norvegia e dall'uragano Delta che è arrivato sulle coste del Golfo del Messico, che fanno aumentare i timori di possibili cali dell'offerta. Penso che il prezzo ora sia a un livello giusto, 39-40 dollari in attesa di eventuali novità sui pacchetti di aiuti all'economia che lo spingerebbero più verso i 45 dollari entro fine anno”.

Come sfruttare le opportunità di trading?

Interessato al trading sulle quotazioni del petrolio? Apri un conto reale o mettiti alla prova con un conto demo su IG Bank in pochi passi:

  1. Crea un contro IG Bank o accedi a un conto già esistente
  2. Inserisci il nome del prodotto su cui vuoi fare trading nella barra di ricerca
  3. Scegli la size della tua posizione
  4. Clicca su “buy” o “sell” nella piattaforma
  5. Conferma l’operazione

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Approfitta della volatilità sulle materie prime

Fai trading sui future delle materie prime e altri 27 mercati senza scadenza fissa.

  • Ampia selezione di metalli, energie e soft commodities
  • Spread a partire da 0,3 punti sullo Spot Gold, 2 punti sullo Spot Silver e 2,8 punti sul petrolio
  • Utilizza grafici continui, con storico fino a cinque anni

Vedi opportunità sulle materie prime?

Prova il trading senza rischi con il nostro conto demo.

  • Effettua il login
  • Prova il trading senza rischi
  • Scopri se le tue previsioni si rivelano corrette

Vedi opportunità sulle materie prime?

Non perdere la tua occasione. Passa a un conto reale.

  • Analizza i mercati e opera con grafici veloci ed intuitivi
  • Spread a partire da 0,3 punti sullo Spot Gold
  • Leggi le ultime notizie direttamente dalla piattaforma

Vedi opportunità sulle materie prime?

Non perdere la tua occasione. Effettua il login e apri la tua posizione.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading