Mediaset tra i titoli migliori a Piazza Affari. Pubblicità +2,5%

Raccolta pubblicitaria in crescita del 2,5% su nove mesi e conti trimestrali in attesa il prossimo 13 novembre. Intanto il titolo cresce sul listino di Milano, in scia alle voci di cessione a Sky della piattaforma R2.

Mediaset
Fonte Bloomberg

Mediaset tra i titoli migliori a Piazza Affari, sui massimi di agosto, tra 228 e 2,9 euro per azione. Con un rialzo superiore al 2% a poco meno di mezz’ora dall’avvio delle contrattazioni, il titolo delle telecomunicazioni ha reagito positivamente alle anticipazioni sui dati di raccolta pubblicitaria, cresciuta negli ultimi 9 mesi del 2,5% rispetto allo scorso anno. A dichiararlo, una nota del gruppo, guidato da Pier Silvio Berlusconi.

Il bilancio completo aggiornato all’ultimo trimestre sarà rilasciato il prossimo 13 novembre. Secondo il consenso di mercato, Mediaset dovrebbe corrispondere un dividendo inerente all'esercizio 2018 da 15 centesimi per azione, per un ammontare complessivo distribuito di 175 milioni di euro. Le stime più positive vedono invece una cedola da 25 centesimi.

Notizia del giorno inerente alla società è inoltre l'esercizio dell’opzione di vendita put per la cessione a Sky della piattaforma R2 sulla quale gira la galassia Premium. A proposito, la società non ha ancora rilasciato commenti.

IG Bank S.A. presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG Bank S.A. non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.