Quotazioni Ftse Mib in rialzo, rimbalzo Pil Germania

Buoni dati macro e il primo cedimento di Trump portano gli azionari europei ad avanzare di quasi l’1%. Sull’indice Mib bene i titoli oil e Leonardo, a oltre il 4%

La giornata sui mercati inizia con le buone notizie in arrivo dalla Germania, dove il Pil è balzato dell’8,5% nel terzo trimestre. Il buon dato ha provocato rialzi in apertura in tutta Europa, con le quotazioni sul Ftse Mib in rialzo dell’1,53% a un'ora dall'apertura.

Quotazioni sul Ftse Mib in area verde, quali titoli guidano gli scambi?

A un'ora dall’apertura il Ftse Mib sfonda la soglia dei 22 mila punti, spinto al rialzo soprattutto da industriali e petroliferi.

Il balzo in avanti nelle ultime ore del prezzo del petrolio (Brent a 46,46 dollari al barile, Wti a 43,48 dollari) è alla base del rally dei titoli oil sul Ftse Mib: Tenaris avanza del 3,98%, Saipem del 3,85% ed Eni del 2,75%.

Ma è il titolo Leonardo oggi a trainare l’indice di Milano, in rialzo del 4,78% a 6,18 euro per azione.

Attenzione anche a Enel. Si torna a parlare di telecomunicazione e, ieri, i ministri dell'Economia e dello Sviluppo economico hanno scritto all’ad dell’azienda a partecipazione statale che il progetto di realizzazione di una rete nazionale unica a banda larga è di importanza strategica, "urgente e non rinviabile".

Presentato anche il piano strategico del gruppo, che si attende una crescita dell'Ebitda ordinario di gruppo del 5-6% annuo a fronte di un incremento previsto dell'utile netto del 6-7% annuo nei prossimi 10 anni. Previsto inoltre un utile netto ordinario fra i 6,5 e i 6,7 miliardi di euro nel 2023 (+8-10% annuo) e la distribuzione di un dividendo di 43 centesimi per azione al 2023.

Al momento, il titolo Enel avanza del 2,85%.

Rimane alta l’attenzione sul comparto bancario dopo che, ieri, Credit Agricole ha lanciato un’opa totalizzante nei confronti di Creval. In calo lo spread, che scende dell’1,66% a 115 punti.

Come si muove il resto degli azionari europei?

Non solo i buoni dati macro in arrivo dalla locomotiva d’Europa: il Vecchio Continente apprezza anche l’ok arrivato infine dall’attuale inquilino della Casa Bianca, Donald Trump, alla transizione verso la nuova amministrazione del presidente eletto Usa Joe Biden, annunciata ieri sera con un tweet.

A quasi un’ora dall’apertura della sessione il Dax tedesco avanza dello 0,68%, il Cac40 a Parigi guadagna lo 0,92%, bene anche Londra a +0,65% e l’Ibex di Madrid, a +0,99%.

Aumenta comunque ancora il numero delle vittime e dei contagi da covid-19, ma gli operatori di Borsa scommettono ormai sulla ripresa: anzitutto quella a lungo termine, a partire dal 2021, con il via alla campagna di vaccinazioni dopo i buoni risultati annunciati la scorsa settimana, ma anche nel breve periodo, con l’allentamento delle restrizioni in funzione della ripresa dei consumi natalizi.

Quali notizie dal resto dei mercati finanziari?

In rialzo anche i futures su Wall Street: i contratti sul Nasdaq avanzano dello 0,39%, quelli sull’S&P 500 dello 0,74% e quelli sul Dow Jones dello 0,89%.

Premiano le buone notizie sulla successione alla presidenza Usa. Ieri Trump ha annunciato di voler iniziare a collaborare con la transizione alla Casa Bianca del suo successore, per quanto abbia chiarito che non intende abbandonare la battaglia legale sul voto.

Nel frattempo iniziano ad uscire i primi nomi della squadra del presidente eletto, il democratico Joe Biden: al Tesoro Janet Yellen, ex presidente della Federal Reserve (per la prima volta nella storia della carica una donna) mentre John Kerry, ex segretario di stato nell’amministrazione Obama, sarà inviato speciale per il clima – Kerry nel 2015 aveva firmato l’accordo sul clima di Parigi.

Il via libera alla transizione ha spinto al rialzo l’euro e altre divise ad alto rendimento (AUD e NZD). Al mercato valutario piace soprattutto il nome di Yellen, che fa pensare a rinnovati rapporti tra la futura amministrazione Biden e la Fed. Al momento il cambio EUR/USD avanza a 1,1873, quello USD/JPY torna a scendere a 104,305.

Inizia a fare trading con i Turbo24

Fai trading su oltre 80 indici tutto il giorno senza interruzioni con i Turbo24 – inclusi Cac40, Dax 30, Dow Jones e Ftse 100. Otterrai un’esposizione sul mercato sottostante solo con un piccolo deposito iniziale.

Apri un conto reale o prova la demo per esercitarti con i Turbo24.

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading