Indici globali contrastati, salgono i nuovi contagi da coronavirus

I buoni dati sulla produzione industriale della Francia spingono al rialzo gli azionari europei. Si chiude oggi il collocamento dei Btp Futura, Piazza Affari in rialzo dello 0,9%, Atlantia recupera a +2,86%

L’aumento dei contagi da Covid-19 torna a pesare sugli indici globali. Si temeva che l’Europa avrebbe risentito della chiusura al ribasso degli indici asiatici, dove anche la Cina ha posto un freno al trend rialzista degli ultimi giorni con Shanghai che in chiusura ha perso quasi il 2%; in realtà, buoni dati macro sulla produzione industriale francese di maggio hanno permesso un avvio al rialzo.

Secondo i dati dell’Organizzazione mondiale della Sanità, il numero di contagi da Covid-19 nel mondo ha superato da soglia dei 12,2 milioni, con gli Usa al primo posto tra i paesi più colpiti. Nelle ultime 24 ore è stato toccato un nuovo massimo di casi mai registrato, oltre 60 mila, mentre nel mondo si comincia a tornare al lockdown: è il caso di Melbourne ma anche di Hong Kong, dove da lunedì le scuole resteranno di nuovo chiuse all’indomani dello scoppio di un nuovo focolaio.

Come si è chiusa la giornata sui mercati asiatici?

L’indice Msci Asia-Pacifico escluso il Giappone stamattina è sceso dello 0,74%. Giù anche l’Australia, che perde lo 0,3%, e il Giappone, -0,58%.

Prime chiusure in calo per la Cina dopo otto sedute consecutive di rialzi per la Borsa di Shanghai, che oggi ha segnato un calo dell’1,95%. Male anche Shenzhen, -0,57%, e China A50, -2,50%. Non va meglio il resto dell’Asia: in Giappone il Nikkei perde oltre un punto percentuale e il più ampio Topix lascia sul terreno l’1,42%, Hong Kong cala di oltre il 2% e il Kospi coreano dello 0,81%.

Oltre ai timori per la pandemia globale, la Cina guarda con sospetto anche alle minacce in arrivo dagli Usa sul fronte geopolitico. Washington torna infatti a minacciare ripercussioni economiche su Pechino, puntando agli alti funzionari diplomatici, in relazione al trattamento della minoranza degli Uiguri, nello Xinjiang.

Quali ultime notizie dagli Usa?

Gli indici di Wall Street hanno segnato ieri una chiusura contrastata, con il Nasdaq unico positivo grazie alla buona performance delle aziende tech, per cui si avvicina la stagione delle trimestrali. È così che l’indice tecnologico ha chiuso in rialzo dello 0,63%, a 10.588 punti, aggiornando i massimi storici per il sesto giorno consecutivo, mentre il Dow Jones è sceso dell’1,39% a 25.706 punti e l’S&P500 ha lasciato sul terreno lo 0,56%.

Non hanno aiutato i dati sulle richieste settimanali di sussidi di disoccupazione: secondo il Labor Department, nell’ultima settimana sarebbero 1,32 milioni i cittadini statunitensi che avrebbero perso il lavoro – ma i dati non tengono conto delle richieste pervenute secondo iter secondari, primo fra tutti quello previsto dal programma di sussidi federale post-pandemico, che porterebbe il totale a oltre due milioni di disoccupati. Tutto ciò non fa che peggiorare, davanti alla prospettiva di un potenziale secondo lockdown.

Resta sullo sfondo dei rapporti Usa-Europa la questione della Digital Tax: secondo il rappresentante commerciale alla Casa Bianca, Rober Lighthizer, Washington oggi dovrebbe annunciare un rinvio dell’entrata in vigore dei dazi nei confronti dei prodotto francesi.

Sul mercato valutario si rafforza leggermente il dollaro, sia nei confronti dell’euro (EUR/USD torna a 1,1284) e della sterlina (GBP/USD a 1,1258), ma ancora di più si rafforza lo yen, il cui rapporto con il biglietto verde scende a 106,838.

Leggera flessione per l’oro, che perde lo 0,04% ma resta comunque sui massimi storici, a 1.804 dollari l’oncia, mentre il prezzo del petrolio torna sotto la soglia dei 40, con il Wti che viene scambiato per 39 dollari al barile e il Brent resiste a 41,82.

Apri un conto reale con IG per iniziare a fare trading sui mercati oppure esercitati prima con un conto demo

Come si prospetta la giornata sugli indici europei?

In Italia si chiude oggi il collocamento dei Btp futura, nello stesso giorno in cui sale l’attenzione per la revisione del rating di Fitch.

Al momento gli azionari europei viaggiano in positivo, grazie alle buone notizie sulla produzione industriale francese di maggio (in rialzo del 19,6% rispetto al mese precedente, quando si contrasse del 20,6%): Parigi avanza dunque dello 0,40%, Francoforte dello 0,47%, bene anche Londra a +0,48%, Madrid guadagna lo 0,36% e Piazza Affari guida gli acquisti, in rialzo dello 0,89%.

Sulla Borsa di Milano recupera Atlantia dopo il tonfo di ieri: la holding dei Benetton avanza del 2,86%, a 13,49 euro, dopo che proprio i Benetton avrebbero acconsentito a scende sotto al 50% della partecipazione in Atlantia.

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Cogli le opportunità

Fai trading sui principali indici globali.

  • Opera su mercati al rialzo e al ribasso
  • Spread a partire da 1 punto sul FTSE 100, 1,2 sul Germany 30 e 0,4 punti sull'US 500
  • Trading sui principali indici disponibile H24

Vedi opportunità sugli indici?

Prova il trading senza rischi con il nostro conto demo.

  • Effettua il login
  • Prova il trading senza rischi
  • Scopri se le tue previsioni si rivelano corrette

Vedi opportunità sugli indici?

Non perdere la tua occasione e passa a un conto reale.

  • Spread a partire da 1 punto sul FTSE 100, 1,2 sul Germany 30 e 0,4 punti sull'US 500
  • Trading sui principali indici disponibile H24
  • Analizza i mercati e opera con grafici veloci ed intuitivi

Vedi opportunità sugli indici?

Non perdere la tua occasione. Effettua il login e apri la tua posizione.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading