Ftse Mib oggi piatto, brusca frenata dopo speranze vaccino Moderna

Azionari europei in ribasso, sull’indice Mib torna a brillare Diasorin. Debole il dollaro, tornano i timori politici

  • Alle 10:27 il Ftse Mib avanza dello 0,09%, con Diasorin a +2,24% dopo l’annuncio del vaccino Moderna
  • Al di sotto della parità il resto degli indici europei: Dax -0,04%, Cac40 -0,08%, Ftse 100 -0,39%
  • La difficile transizione alla Casa Bianca pesa sul dollaro. EUR/USD a 1,18, USD/JPY a 104,338

Apertura poco mossa per il Ftse Mib oggi, che tira il fiato dopo i rialzi di ieri seguiti alla notizia del vaccino di Moderna, efficace al 94,5% contro il covid-19.

L’indice Mib si allinea presto agli azionari europei. A mezz’ora dall’apertura il Dax perde lo 0,10%, il Cac40 lo 0,12% e il Ftse 100 lo 0,23%, mentre L’indice di Milano contiene comunque i rialzi e avanza di un cauto 0,08%, senza lasciare però la soglia dei 21 mila punti (alle 9:40 viaggia sui 21.334 punti).

Ftse Mib: quali titoli trainano l’indice al ribasso?

Dopo poco meno di un’ora, il Ftse Mib si allinea al trend europeo e oscilla intorno alla parità.

In calo il settore bancario, che tira il freno dopo i rialzi della vigilia. Solo le azioni Mediobanca avanzano dello 0,9%; male invece le quotazioni Bper (-1,02%), Intesa Sanpaolo (-0,45%) e Unicredit (-0,96%), mentre lo spread avanza dello 0,35% a 116 punti.

Stenta a decollare anche il titolo Leonardo, che perde l’1,62% nonostante le notizie riportate dalla Stampa su un contratto da circa un miliardi di euro per 38 nuovi caccia Eurofighter da consegnare alla Lutwaffe.

Sugli scudi invece Atlantia, in rialzo del 2,52%, e Diasorin, che guadagna lo 0,81% dopo il calo di ieri seguito alla notizia dell’efficacia del vaccino anti-covid di un’altra competitor – lunedì scorso era stato il turno di Pfizer: da allora, le azioni Diasorin hanno perso oltre il 15%.

Gli appuntamenti dell’Europa

Atteso oggi alle 17:00 il discorso della presidente della Banca centrale europea Christine Lagarde, durate il quale presumibilmente verrà affrontato il discorso del debito post-pandemico. Già ieri il vicepresidente della Bce, Luis De Guindos, aveva messo da parte l’ipotesi di una cancellazione del debito, ritenendo che non vi siano basi “da un punto di vista giuridico”.

Come si sta muovendo il resto dei mercati finanziari?

Contrastati i futures su Wall Street. Anche a New York lo slancio della notizia sul nuovo vaccino sembra essere già scemato: gli scambi dei contratti sul Dow Jones scendono dello 0,20%, quelli sull’S&P 500 dello 0,30%, positivi solo i futures sul Nasdaq che avanzano dello 0,25%.

Sul forex resta stabile il dollaro, sui cui però continuano a pesare i timori legati alla pandemia di covid-19 (oltre 166 mila nuovi contagi nelle ultime 24 ore, con alcuni stati che tornano a introdurre restrizioni ai movimenti dei cittadini per contenere il virus) e, soprattutto, alla transizione del democratico Joe Biden alla Casa Bianca.

L’incertezza sulla politica Usa, con un presidente uscente Donald Trump che non vuole accettare il risultato delle elezioni e un Congresso ancora diviso tra democratici (alla Camera) e repubblicani (al Senato) indeboliscono il dollaro. Al momento il cambio EUR/USD viaggia a 1,186, ai massimi da una settimana, mentre l’USD/JPY scende a 104,278.

Timido rialzo per la sterlina, che avanza a 1,32 dollari, mentre il cambio EUR/GBP scende a 0,89 nel momento in cui inizia a farsi strada la possibilità di un accordo commerciale in vista della Brexit.

Mantiene i guadagni il petrolio, con il Brent a 44,06 dollari al barile (+0,55%) e il Wti a 41,48 dollari (+0,34%).

Inizia a fare trading con i Turbo24

Fai trading su oltre 80 indici tutto il giorno senza interruzioni con i Turbo24 – inclusi Cac40, Dax 30, Dow Jones e Ftse 100. Otterrai un’esposizione sul mercato sottostante solo con un piccolo deposito iniziale.

Apri un conto reale o prova la demo per esercitarti con i Turbo24.

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading