Carige non fa prezzo: Malacalza blocca l'aumento. Titolo verso lo zero

Stop alla ricapitalizzazione fino a 400 milioni di euro. A Piazza Affari, la banca non fa prezzo, con un calo teorico giornaliero del 12,5%. Il principale azionista prende tempo: necessario valutare le specifiche del piano industriale, il portafoglio crediti, i risultati di bilancio 2018 e l'adeguamento al target Srep Bce. Necessario piano di marger.

Fonte: Bloomberg

L’assemblea dei soci blocca l’aumento di capitale fino a 400 milioni di euro e riaccende le preoccupazioni sulla manovra di rafforzamento patrimoniale di Banca Carige. Il titolo, che in apertura non ha fatto prezzo, registra un calo teorico giornaliero del 12,5%, a 0,14 centesimi di euro.

Con l'astensione del principale azionista, Malacalza Investimenti, che detiene il 27,5% del capitale, l’istituto genovese torna nel limbo dell’incertezza. Per passare, l’operazione avrebbe dovuto raggiungere il quorum deliberativo pari a due terzi del 40% circa del capitale presente.

La misura straordinaria, alla base del piano di ripristino di Carige, è stata autorizzata ieri dalla Banca centrale europea, che ha dato il suo via libera all’aumento per consentire alla banca di rientrare nei livelli patrimoniali richiesti, assorbendo il bond subordinato Tier 2 da 320 milioni sottoscritto dallo Schema volontario del Fondo interbancario di tutela dei depositi (Fitd).

Malacalza avrebbe bisogno di “tutti gli elementi necessari" per valutare ed eventualmente sottoscrivere la sostenibilità e l’efficacia dell’operazione. Lo stesso si è però detto non contrario ad una nuova ricapitalizzazione della banca e ha ribadito la fiducia nel nuovo Cda, in carica da tre mesi.

Tra gli elementi da valutare, le specifiche del nuovo piano industriale (da elaborarsi entro il primo trimestre 2019), l’analisi del portafoglio crediti e dei risultati di bilancio 2018, l’adeguamento ai nuovi requisiti patrimoniali e di gestione del rischio Srep (processo di revisione e valutazione prudenziale della Bce) ed infine le condizioni per eventuali merger con altri gruppi.

Nell'approvare il capital conservation plan, l’Istituto centrale europeo ha concesso un'estensione del termine di adeguamento patrimoniale fino a fine 2109, quando Carige dovrà dar prova del rispetto dei requisiti di bilancio, nonché della valutazione di un piano di aggregazione aziendale.

Con il blocco del nuovo aumento di capitale, torna a farsi largo l’incognita di una super diluizione del capitale bancario. Malacalza, per il momento intende però prender tempo. Ai prezzi di ieri, la banca capitalizzava circa 90 milioni di euro.

Con un prezzo per azione sempre più vicino allo zero, sui mercati si torna a vociferare di un possibile commissariamento; voci, queste, al momento non confermate.

IG Bank S.A. presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG Bank S.A. non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita. 

window.$CQ = window.jQuery; window.IG = window.IG || {}; window.IG.cq = window.IG.cq || {};
{"@context":"http://schema.org","@type":"NewsArticle","mainEntityOfPage":"https://www.ig.com/it-ch/news-e-idee-di-trading/azioni-notizie/carige-non-fa-prezzo--malacalza-blocca-l-aumento--titolo-verso-l-181227","headline":"Carige non fa prezzo: Malacalza blocca l'aumento. Titolo verso lo zero","image":{"@type":"ImageObject","url":"https://a.c-dn.net/c/content/igcom/it_CH/ig-mercati-finanziari/market-news-and-analysis/shares/2018/12/27/carige-non-fa-prezzo--malacalza-blocca-l-aumento--titolo-verso-l/jcr:content/textimage/image.img.jpg/1545906785171.jpg","height":480,"width":640},"publisher":{"@type":"Organization","name":"IG","logo":{"@type":"ImageObject","url":"https://a.c-dn.net/c/etc/designs/onedomain/images/IG-60x60.png","height":60,"width":60}},"datePublished":"2018-12-27T10:29:53+0000","dateModified":"2018-12-27T10:29:53+0000","author":{"@type":"Person","name":"Gloria Grigolon"},"description":"Stop alla ricapitalizzazione fino a 400 milioni di euro. A Piazza Affari, la banca non fa prezzo, con un calo teorico giornaliero del 12,5%. Il principale azionista prende tempo: necessario valutare le specifiche del piano industriale, il portafoglio crediti, i risultati di bilancio 2018 e l'adeguamento al target Srep Bce. Necessario piano di marger.","isAccessibleForFree":"True"}