Come fare trading sulle azioni Microsoft

Con un valore di mercato pari a $1.000 miliardi registrato nell’aprile 2019, Microsoft è una delle più grandi aziende al mondo. Scopri come fare trading sulle azioni Microsoft in questa guida, passo dopo passo.

Come fare trading con azioni Microsoft

Puoi negoziare azioni Microsoft utilizzando i CFD (contratti per differenza). Quando fai trading di azioni con IG, utilizzi la leva finanziaria. Questo significa che è necessario depositare una parte del valore totale dell’asset - chiamato margine - per ottenere la piena esposizione sul mercato. Occorre tenere a mente che questo amplifica la tua esposizione, in quanto il profitto o la perdita si basa sull'intera dimensione della posizione, non sul margine. Se vuoi aprire una posizione utilizzando leva finanziaria, puoi farlo con un conto CFD.

Ricorda che quando fai trading con le azioni non possiedi l’asset ma stai semplicemente speculando sul movimento di prezzo delle azioni. Si può andare long se si crede che il prezzo delle azioni aumenterà o andare short se si pensa che il prezzo delle azioni scenderà.

Una breve storia di Microsoft

Microsoft fu fondata da Bill Gates e Paul Allen nel 1975 dopo aver sviluppato il linguaggio di programmazione BASIC per il microcomputer Altair 8800. La loro azienda fu registrata sotto il nome “Microsoft” — una combinazione di “microcomputer” e “software” — nel 1976. Nei tre anni successivi l’azienda aprì una succursale in Giappone, realizzòil suo primo milione di dollari di vendite e spostò la sua sede centrale a Washington.

Dopo 11 anni incentrati sullosviluppo del prodotto e caratterizzati da olidi profitti, Microsoft decise finalmente di entrare in borsa. Il 13 marzo 1986, rilasciò più di tre milioni di azioni ordinarie al prezzo unitario di $21 . Bill Gates dichiarò che tra le motivazioni che spinsero alla realizzazione dell’offerta pubblica iniziale (IPO) fu quella di incrementare la liquidità di mercato. L’anno successivo, Microsoft diventò la più grande azienda di software al mondo.

Durante gli anni ’90 Microsoft lanciò uno dei suoi prodotti di maggior successo: Windows 95. Furono vendute più di 40 milioni di unità del prodotto, il prezzo delle azioni era in aumento e Gates scalava la classifica delle persone più ricche al mondo Seguì Windows 98 e, agli inizi del 2000, il prezzo delle azioni raggiunse il picco di $58,38. Nel 2000 Bill Gates si dimise dall’incarico diamministratore delegato (CEO) e fu sostituito da Steve Ballmer.

All’inizio degli anni 2000 la Microsoft lanciò alcuni prodotti di scarso successo, ad eccezione della Xbox, approdata nel mercato nel 2001 e che in soli due mesi registrò 1,5 milioni di unità vendute. In quel momento, Microsoft si stava avvicinando al suo nono frazionamento azionario e il prezzo delle azioni stava diminuendo a causa della maggiore concorrenza nel settore. Alla fine del 2003 le azioni della società erano quotate a $27,45.

Nel 2004, la società annunciò l’intenzione di restituire agli azionisti fino a $75 miliardi attraverso il pagamento dei dividendi. Ciò ebbe scarsi effetti sul prezzo delle azioni che scese notevolmente solo durante la crisi finanziaria globale, dopo che Microsoft dovette tagliare circa 5.000 posti di lavoro. Solo nel 2012 il prezzo delle azioni aumentò nuovamente, fattore attribuito principalmente a un solido flusso di entrate.

Dopo che Satya Nadella prese il posto di Ballmer in veste di CEO nel 2014, da allorail prezzo delle azioni Microsoft è quasi triplicato. L’azienda ha investito molte delle sue energie nel cloud computing e competecon altre aziende tecnologiche come Amazon e Apple.

Azioni Microsoft: fatti salienti

Le azioni Microsoft sono quotate sull’indice Nasdaq 100 (US Tech 100 con IG) alla voce MSFT. Prima fare trading con azioni Microsoft, è importante capire il business e tutte le operazioni societarie.

Oltre che da solidi fondamentali ed elevata domanda di titoli,, il prezzo delle azioni Microsoft è influenzato dal comportamento dei concorrenti nel mercato da ciò che fanno le sue concorrenti, come , Apple e Google, società sono all’avanguardia nel campo dei servizi tecnologici globali

Dal lancio della IPOIPO, Microsoft ha ricorso nove volte al frazionamento azionario. L’ultimo, avvenuto nel 2003, è stato un frazionamento “due per uno”, il che significa che gli azionisti ricevettero un’azione extra per ogni azione posseduta. Nei frazionamenti azionari, la quantità di azioni aumenta mentre il prezzo delle azioni diminuisce per non influenzare il valore di una partecipazione o la capitalizzazione di mercato della società. Dopo il frazionamento del 2003, oggi un’azione originale equivale a 288 azioni. Dal 2019 Microsoft paga un dividendo trimestrale di $0,46 per azione.

Personale chiave di Microsoft: chi gestisce la società?

Microsoft ha diversi dirigenti che gestiscono l’azienda nelle varie regioni del mondo. Gli attori chiave sono:

Satya Nadella Amministratore delegato (CEO)
Brad Smith Responsabile affari legali
Bill Gates Co-fondatore e consulente tecnologico
Amy Hood Direttore finanziario
Jean-Phillippe Courtois Presidente vendite, marketing e operazioni globali

Inoltre, il Consiglio d’Amministrazione di Microsoft è composto da 14 membri tra i quali Nadella e Gates. John Thompson è il presidente del consiglio di amministrazione.

Qual è il modello di business di Microsoft?

Originariamente, per realizzare profitti Microsoft si affidava alla concessione in licenza del suo software e del sistema operativo Windows, ma il suo modello di business si è evoluto nel corso degli anni. Tutto è cambiato nel 2014, quando Microsoft ha iniziato a spostare l’attenzione sull’integrazione dei prodotti.

Il modello di business di Microsoft può essere suddiviso in quattro segmenti:

  • Produttività e processi aziendali: informazione, comunicazione e produttività
  • Intelligent cloud: prodotti server e servizi cloud
  • Personal computing: interessi di utenti e sviluppatori
  • Aziende e altro: prodotti e servizi alternativi

Analisi fondamentale di Microsoft: come analizzare Microsoft

Se stai pensando di fare trading sulle azioni Microsoft, dovrai prima condurre un’analisi fondamentale sulla società. Questa include lo studio delle informazioni finanziarie di Microsoft e una serie di fattori che ne influenzano il business. Puoi analizzare lo stato di salute economica della società e i settori in cui opera, analizzare le notizie, osservare la concorrenza, esplorare la domanda e l’offerta e valutare i costi di produzione. Raccogliendo queste informazioni, potrai identificare il valore intrinseco di Microsoft.

Il valore delle azioni di Microsoft può essere studiato utilizzando metriche quali l’utile per azione (EPS), il rapporto prezzo/utili (P/E), il rendimento del capitale (ROE) e il rendimento dei dividendi.

  • L’EPS (reddito per azione) di Microsoft determina il valore attribuito a ciascuna azione e il livello di redditività dell’azienda. L’EPS è calcolato dividendo l’utile di Microsoft per il numero di azioni in circolazione.
  • Il rapporto prezzo/utili di Microsoft indica quanto si deve spendere in azioni per ottenere $1 di profitto. Il rapporto prezzo/utili è calcolato dividendo il valore di mercato corrente per azione di Microsoft per il suo EPS.
  • Il ROE di Microsoft misura l’ammontare del reddito che l’azienda ricava dagli asset rispetto agli investimenti degli azionisti. Il ROE è calcolato dividendo l’utile netto di Microsoft per il patrimonio netto degli azionisti.
  • Il rendimento dei dividendi di Microsoft confronta i dividendi annuali della società con il prezzo dell’azione. Il rendimento dei dividendi, espresso in percentuale, viene calcolato mediante la divisione dell’importo del dividendo per il prezzo dell’azione e moltiplicando il risultato per 100.

Scopri di più sull’analisi fondamentale in questa guida completa.


Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è un nostro impegno: saprai sempre costi e commissioni applicati

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.