Ftse Mib in calo, Europa cauta in attesa dell’Ecofin

Indici di Borsa cauti, oggi il vertice dei ministri di economia e finanze europei. Ftse Mib in calo a -0,42%, bene settore oil

Apertura intonata per il Ftse Mib di Milano, che alle prime battute della sessione odierna mette a segno un rialzo dello 0,11%, in linea con il resto degli azionari europei - salvo poi scendere al di sotto della parità: a due ore dall'apertura l'[indices:l'indice Mib]perde lo 0,23%.

Oggi torna a riaprire i battenti anche Wall Street, dopo essere rimasta chiusa ieri per il Presidents’ Day, mentre in Cina le Borse festeggiano ancora il Capodanno lunare. A trainare l’Asia sono Hong Kong (+1,78%) e soprattutto Tokyo, che avanza in chiusura dell’1,28% mantenendosi al di sopra della soglia dei 30.000 punti, sui massimi da oltre trent’anni.

Quotazioni Ftse Mib in rialzo, bene il settore oil

L’indice Mib di Milano si mantiene a quota 23.549 punti. A trainare l’andamento delle quotazioni anche oggi è il settore petrolifero, all’indomani dei rialzi sul prezzo del petrolio provocati dal ridestarsi delle tensioni geopolitiche nello Yemen (che si inseriscono in un contesto di riduzione dell’offerta, per via dei tagli alla produzione dell’Opec+, e di ottimismo sulla domanda, alla prospettiva del proseguimento della campagna vaccinale).

È così che alle 9:30 il titolo Saipem avanza del 2,91% mentre Tenaris guadagna l’1,75% ed Eni lo 0,69%.

Fanno più difficoltà invece le banche, nonostante le parole della consigliera di sorveglianza della Bce Elizabeth McCaul, secondo cui al momento lo scenario peggiore – quello di un'ondata di Npl nel settore bancario europeo da 1.400 miliardi di euro a fine pandemia – è "meno probabile che si verifichi".

Nel frattempo il nuovo governo Draghi ha deciso di non esercitare il golden power sull'offerta pubblica di acquisto annunciata da Credit Agricole Italia su Creval – lo ha comunicato la controllata italiana del gruppo bancario francese. Spiragli di speranza per Monte dei Paschi di Siena che, come riferisce Milano Finanza, starebbe valutando il coinvolgimento di un pool di compagnie assicurative che fornirebbe un copertura su larga parte o addirittura sulla totalità della cifra richiesta dalle cause legali che gravano sulla banca – potenziali 10 milioni di euro. Il titolo Mps al momento avanza dello 0,16%.

Giù invece il resto degli istituti principali: Intesa Sanpaolo scivola dello 0,50%, Unicredit dello 0,16%, Bper Banca perde l’1,46% e Banco Bpm l’1,05%.

Attenzione a Stellantis, che perde lo 0,40% dopo l’estensione fino a oggi della produzione nello stabilimento di Melfi (Potenza) a causa della mancanza di semiconduttori. Altre due giornate di stop seguiranno il 22 e 23 febbraio.

In leggero rialzo lo spread tra Btp e Bund tedeschi, che a quasi un’ora dall’apertura avanza a 91 punti (restando sempre ai minimi da cinque anni.

Notizie dal resto dei mercati finanziari

  • Europa – in attesa della rilevazione dell’istituto ZEW sul sentiment degli investitori istituzionali tedeschi di febbraio e dei dati preliminari sul Pil trimestrale dell’Eurozona, gli indici di Borsa europei proseguono con cautela: Dax e Cac40 si muovono solo leggermente al di sopra della parità mentre il Ftse 100 avanza dello 0,36% - lasciandosi alle spalle il rialzo di oltre il 2% della vigilia, sulla scia del buon andamento della campagna vaccinale. Occhi puntati oggi sulla riunione dell’Ecofin, dopo l’Eurogruppo di ieri.
  • Usa – Tornano operativi gli indidi di Wall Street dopo la pausa di ieri. I futures al momento sono positivi, mentre l’ottimismo sui mercati è trainato anche e soprattutto dalla prospettiva degli aiuti economici (1.900 miliardi di dollari) previsti dall’amministrazione Biden per la ripartenza post-covid e per cui i democratici stanno combattendo al Congresso.
  • Forex – mentre il bitcoin si aggira ancora attorno a quota 50.000 dollari, sui massimi storici, il dollaro continua ad accusare una certa debolezza, per via del rinnovato sentiment di propensione al rischio che si è imposto sui mercati negli ultimi giorni. È così che il cambio EUR/USD sale di nuovo a 1,2145 mentre il GBP/USD si muove sui 1,3929. In calo il cambio USD/JPY, che però si mantiene comunque a 105,359.

Inizia a fare trading con i CFD

Fai trading su oltre 80 indici con i CFD – inclusi Cac40, Dax 30, Dow Jones e Ftse 100. Otterrai un’esposizione sul mercato sottostante solo con un piccolo deposito iniziale.

Apri un conto reale o prova la demo per esercitarti con i CFD.

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Inizia ora a fare trading sul forex

Trova nuove opportunità sul mercato più grande e liquido al mondo.

  • Spread a partire da soli 0,6 su EUR/USD
  • Analizza il mercato e opera con grafici veloci ed intuitivi
  • Fai trading ovunque tu sia con le nostre app

Vedi un'opportunità sul forex?

Prova il trading senza rischi con il nostro conto demo.

  • Effettua il login
  • Apri la tua posizione
  • Scopri se le tue previsioni si rivelano corrette

Vedi un'opportunità sul forex?

Non perdere la tua occasione e passa a un conto reale.

  • Spread a partire da soli 0,6 su EUR/USD
  • Analizza i mercati e opera con grafici veloci ed intuitivi
  • Leggi le ultime notizie direttamente dalla piattaforma

Vedi un'opportunità sul forex?

Non perdere la tua occasione. Effettua il login e apri la tua posizione.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading