Cos'è il forex?

Il forex (o FX) è una forma veloce di cambio valutario che consiste semplicemente nella conversione di una valuta in un'altra. Il forex è uno dei maggiori mercati finanziari al mondo, nonché uno dei più volatili.

Spiegazione del forex

Il forex è un mezzo tramite il quale singoli trader, aziende e banche centrali convertono una valuta in un'altra. Una parte di queste conversioni ha finalità pratiche, tuttavia la maggioranza di esse ha come obiettivo il profitto.

Il volume di valute convertite ogni giorno (oltre 5 mila miliardi di dollari) fa del il trading con il forex il maggiore mercato finanziario al mondo e può rendere i movimenti di prezzo di alcune valute estremamente volatili. Questa volatilità è una delle ragioni per cui il forex esercita un così grande fascino sugli investitori. Tuttavia le maggiori possibilità di profitto implicano anche una maggiore esposizione al rischio.

Cos'è il tasso di cambio di una valuta?

Il tasso di cambio è il valore al quale una valuta può essere cambiata in un'altra. Questo valore viene quotato in forma di coppie valutarie come, ad esempio, GBP/USD (sterlina britannica e dollaro statunitense). Un tasso di cambio può essere fluttuante (varia giornalmente) o ancorato a un tasso fisso. Ad esempio, il riyal del Quatar è ancorato al dollaro statunitense a un cambio fisso di $1/3.64 QR.

Perché investire nel forex?

Ci sono varie ragioni per cui un trader sceglie o ha bisogno di operare in questo mercato. Tuttavia sono principalmente due le attività che costituiscono la gran parte delle operazioni finanziarie sul forex.

Comprare merci e servizi esteri

Questa è la forma più comune di trading con il forex. Ogni volta che una persona o un esercizio commerciale ha bisogno di comprare qualcosa in una valuta estera, è necessario effettuare un'operazione con il forex. Pertanto, il forex è di fondamentale importanza per gli scambi commerciali internazionali.

Operazioni di trading valutario vengono effettuate continuamente in una giornata. Tuttavia costituiscono una porzione relativamente piccola dell'intero volume di operazioni sul forex.

 

Speculazione

La gran parte delle operazioni con il forex ha come obiettivo il profitto. I trader che speculano in questo campo non intendono possedere la valuta in sé, ma approfittare dei movimenti del mercato.

I maggiori investitori possono effettuare numerose operazioni di notevole entità in una singola giornata, reagendo e anticipando di continuo le oscillazioni di prezzo della valuta. La relativa facilità con cui un valuta può essere scambiata, la rende un asset estremamente liquido ed è in parte questo il motivo per cui il mercato del forex può risultare più volatile di altri.

Chi investe nel forex?

I maggiori investitori in questo campo sono grandi banche internazionali come Citigroup, UBS e Barclays, che puntano a ricavare profitti dalle scillazioni di prezzo del mercato. Le più grandi quattro banche che investono nel forex detengono circa il 50% dell'ntero volume di trading nel forex. Tuttavia, è presente nel mercato anche un'ampia fetta di investitori individuali.

Banche centrali e governi investono nel forex per controllare la circolazione di valuta nel proprio paese. Inoltre, consumatori, attività commerciali, istituzioni finanziarie scambiano valute per commerciare o investire all'estero o viaggiare.

Cosa muove il mercato del forex?

Come in molti mercati finanziari, i movimenti di prezzo nel forex son principalmente regolati da domanda e offerta.

Banche e investitori tendono a immettere il proprio denaro in economie solide. Per cui, se una notizia positiva coinvolge i mercati di una determinata area, gli investimenti ne verranno incoraggiati e aumenterà la domanda della valuta di quella regione.

A meno che non ci sia un concomitante aumento di offerta della valuta, lo scarto tra domanda e offerta determinerà l'aumento del prezzo. Alla stessa maniera, una notizia negativa può inibire gli investimenti, determinando un calo nel prezzo della valuta. Per questo motivo, le valute solitamente riflettono lo stato di salute economica della regione che rappresentano.

Fattori che possono influenzare la domanda di valuta

Molti sono i fattori che possono influenzare i livelli di domanda di una valuta sul breve, medio o lungo termine.

Breve termine Propensione al rischio, volatilità, movimenti di prezzo delle materie prime, tassi di interesse e posizionamento
Medio termine Surplus/deficit nei conti correnti, politiche fiscali, rischi politici, spread (o differenziali) sul rendimento delle obbligazioni e crescita economica relativa
Lungo termine Parità di potere d'acquisto, risorse estere nette e termini di commercio

 

Il sentiment di mercato può anche giocare un ruolo primario nella determinazione del prezzo delle valute. Se gli investitori ritengono che una determinata valuta prenderà una certa direzione, opereranno di conseguenza, spingendo potenzialmente altri a fare lo stesso, influenzando così la domanda e l'offerta.

Tuttavia la domanda non è l'unica variabile ad influenzare il prezzo di una valuta. L'offerta è controllata dalle banche centrali che possono indire misure che si ripercuotono in maniera significativa sul prezzo della valuta. Ad esempio, il quantitative easing comporta un aumentato gettito di moneta in un'economia e, pertanto, può determinare il calo del prezzo di una valuta.

Dove viene scambiato il forex?

A differenza di azioni o materie prime, le operazioni con il forex non avvengono in borsa. Infatti le valute vengono scambiate direttamente tra due parti in quello che viene chiamato mercato over-the-counter (OTC).

Ciò significa che il mercato del forex funziona tramite una rete globale di banche, distribuita su quattro principali centri di trading in differenti fusorari: Londra, New York, Sydney e Tokyo. Inoltre, non esistendo un centro unico attraverso il quale tutte le operazioni debbano passare, è possibile operare 24 ore al giorno.

Per fare trading con il forex, bisogna essere un trader nel campo. In alternativa, è possibile fare uso dei movimenti di prezzo valutario tramite prodotti derivati come i CFD.

Tipi differenti di mercati forex

Esistono tre differenti tipi di contratti forex: spot, forward e future.

Spot

Il forex spot è un contratto in cui due controparti si accordano nel comprare una valuta e venderne un'altra al prezzo di mercato corrente.

Con lo spot forex vi è uno scambio fisico di valute che avviene nello stesso luogo in cui la compravendita viene accordata, da qui "on the spot" (o "a pronti"), o comunque entro un breve periodo di tempo.

Forward

Il  forex forward è un contratto in cui la vendita o l'acquisto di una data somma di denaro in una valuta viene determinato da un contratto a un prezzo specifico. Tale contratto può essere fissato per una certa data futura o entro un limite di date future.

I contratti forward possono essere utilizzati per bloccare il tasso di una valuta in vista di futuri aumenti.

Future

Il forex future è un contratto in cui la vendita o l'acquisto di una data somma di denaro in una valuta viene fissato ad un determinato prezzo in una specifica data futura.

Il  mercato future è molto simile a quello forward, ad eccezione del fatto che tutti i contratti futuri sono legalmente vincolanti e prevedono una specifica data di scadenza entro la quale la valuta deve essere scambiata.

Classificazione delle coppie valutarie 

In teoria è possibile scambiare qualsiasi valuta del mondo in qualsiasi altra. Ciò vuol dire che la varietà di coppie valutarie in cui è possibile operare è potenzialmente enorme.

Coppie valutarie major

In pratica, la maggioranza degli scambi nel mercato forex avviene in alcune selezionate coppie valutarie definite major.

Ciò che costituisce una coppia valutaria majorpuò variare notevolmente da trader a trader. Tuttavia sono sostanzialmente sei le valute solitamente considerate major, rappresentando più dell'80% dei trade globali:

Coppie valutarie Nomi delle valute
EUR/USD Euro/Dollaro USA
USD/JPY Dollaro USA/Yen giapponese
GBP/USD Sterlina/Dollaro USA
USD/CHF Dollaro USA/Franco svizzero
USD/CAD Dollaro USA/Dollaro canadese
AUD/USD Dollaro australiano/Dollaro USA

 

Tutte queste coppie includono il dollaro USA che è di gran lunga la valuta più scambiata al mondo.

Coppie minor ed esotiche

Sono coppie che vengono scambiate meno frequentemente e, per tale, motivo sono definite minor.

Possono anche essere definite coppie di valute cross o semplicemente cross, in particolare se non includono il dollaro. Le coppie secondarie più popolari contengono solitamente l'euro (EUR), la sterlina (GBP) o lo yen Giapponese (JPY).

Alcuni broker di forex possono anche offrire coppie esotiche o emergenti. Queste coppie generalmente consistono in una valuta major abbinata a una valuta di un'economia minore o emergente, ad esempio la coppia GBP/MXN (sterlina e peso messicano) o la coppia USD/PLN (dollaro USA e zloty polacco).

Coppie regionali

È possibile anche trovare classi di forex basate su di una specifica regione, come le coppie austro-asiatiche e scandinave. Queste classi abbinano le valute delle proprie rispettive aree tra di loro o ad altre internazionali. Ad esempio, la coppia AUD/NZD (dollaro australiano e dollaro neozelandese) può essere considerata austro-asiatica, mentre la coppia EUR/NOK (euro e corona norvegese) verrebbe definita una coppia scandinava.

Scopri come funziona il trading con il forex

Scopri i meccanismi del forex (cross principali e minori, punto e leva) nella pagina "Come funziona il trading con il forex".

Cosa aspetti? Apri un conto

Aprire un conto è totalmente gratuito e non richiede obbligo di deposito o di transazione.

Contattaci

Il nostro Helpdesk in italiano è disponibile dal lunedi al venerdi dalle 8:15 alle 22:15. Al di fuori di questi orari il nostro staff di lingua inglese situato nei nostri uffici nel mondo, sarà a vostra disposizione durante il fine settimana a partire dalle ore 9:00 del sabato (CET).