I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 71% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.

Cosa sono e come fare trading sugli ETF

Il trading con gli ETF è uno dei metodi più popolari per ottenere esposizione su una selezione di mercati, tra cui indici, settori, materie prime e valute. Scopri cosa sono e come iniziare a fare trading.

Per informazioni o assistenza nell’apertura di un conto, chiamaci al numero verde 800 897 582 dal lunedì al venerdì, dalle 09:00 alle 19:00 CET oppure scrivici all’indirizzo email aperturaconto@ig.com

Contattaci: 800 897 582

Cos’è un exchange traded fund (ETF)?

Un ETF, o Exchange Traded Fund, è uno strumento finanziario che segue l’andamento di un mercato o di un gruppo di mercati. Un fondo può acquistare fisicamente un paniere di asset per seguirne i prezzi, oppure utilizzare strategie di investimento complesse per replicare il movimento del mercato sottostante.

Gli ETF sono acquistati e venduti in una borsa valori, come per il trading sulle azioni. Tuttavia, chi fa trading sugli ETF non ha le stesse garanzie di chi investe tramite compravendita di azioni tradizionale. Ad esempio, con gli ETF sulle azioni il trader può ricevere il pagamento del dividendo, ma non ha diritto di voto. Allo stesso modo, l’investimento con gli ETF sulle materie prime non garantisce il possesso materiale dell’asset sottostante.

Bisogna tenere presente che gli ETF sono investimenti passivi: ciò significa che cercano di replicare la distribuzione dei profitti degli asset sottostanti, ma non possono ottenere risultati migliori, superando quelli del mercato stesso. Con IG, puoi operare sugli ETF tramite il trading con i CFD.

Scopri come fare trading sugli ETF con i CFD di IG, oppure inizia a fare trading ora.

I principali ETF da monitorare

  • iShares Core S&P 500 ETF traccia l’indice S&P 500 index, che misura l'andamento delle azioni USA a larga capitalizzazione.
  • Grayscale Bitcoin Trust (BTC) segue il prezzo del bitcoin, calcolato su base gionaliera in azioni possedute nell’ETF. Da agli investitori accesso diretto alla volatilità delle criptovalute.
  • iShares Core MSCI Total International Stock ETF raccoglie i risultati dei mercati non azionari USA a larga, media e bassa capitalizzazione.
  • Vanguard FTSE 100 UCTIS ETF rappresenta le prestazioni dell’indice azionario FTSE 100, compreso nelle migliori 100 società del Regno Unito per capitalizzazione di mercato.
  • Global X Cannabis ETF segue l’andamento del Cannabis Index, che racchiude alcune delle più importanti società dell’industria della cannabis quotate in borsa.
  • WisdomTree WTI Crude Oil ETF permette agli investitori di ottenere un’esposizione indiretta sul prezzo del petrolio greggio, seguendo il sottoindice Bloomberg crude oil.
  • iShares US Energy ETF segue i risultati dell’indice Dow Jones USA su petrolio e gas, che misura la performance delle compagnie USA nel settore petrolifero e del gas.

Apri un conto per fare trading su questi mercati con IG.

Tipologie di ETF

Esiste una selezione di ETF disponibile per fare trading in base ai propri obiettivi, ai mercati preferiti e alla propensione al rischio. Vi mostreremo le principali categorie di ETF di seguito.

Stock index ETFs

Gli ETF azionari sono un tipo di fondo che traccia la performance di un indice specifico. Essendo gli indici azionari rappresentati come un numero che racchiude un gruppo di titoli azionari, i trader devono trovare un metodo semplice per operare sui prezzi. Gli ETF ti permettono di ottenere esposizione sui mercati aprendo una singola posizione, proprio perché tracciano l’andamento di una gamma di azioni.

Ad esempio, il FTSE 100 ETF può seguire sia l’andamento del FTSE 100, sia contenere le azioni dei costituenti dell’indice, o prodotti che replicano i movimenti del prezzo.

ETF valutari

Gli ETF valutari permettono ai trader di esporsi sul mercato forex, senza dover comprare o vendere le valute sottostante. In alcuni casi, questi ETF seguono l’andamento di una singola valuta, ma nella maggior parte dei casi tracciano l’andamento di un paniere di valute.

Gli ETF valutari possono essere utilizzati per ottenere esposizione sulla salute economica di una regione specifica, come l’UE, oppure dei mercati dei paesi emergenti. Possono essere anche utili per fare hedging contro l’inflazione e il rischio degli asset stranieri.

ETF settoriali e industriali

Gli ETF settoriali o industriali tracciano l’andamento delle società che operano nello stesso settore. Molte industrie sono rappresentate da un indice che fa parte di un mercato azionario major. Ad esempio, il settore dell’oro è rappresentato dall’indice S&P 500 Global Gold, che contiene titoli del settore minerario, della ricerca e della produzione di oro.

Come per gli ETF valutari, gli ETF settoriali possono presentare opportunità di trading sulla salute dell’economia di una regione o nazione specifica, e possono essere utilizzati per far hedging con altre posizioni aperte. Se un trader ha un rischio potenzialmente elevato su un settore specifico, può mitigarlo andando short con un ETF settoriale.

ETF sulle materie prime

Gli ETF sulle materie prime non replicano l’andamento dell’asset sottostante, ma sono composti da contratti che derivano i loro prezzi da quelli delle materie prime. Ciò permette agli investitori e ai trader di operare sul prezzo delle materie prime senza doversi preoccupare della consegna fisica o dell’immagazzinamento degli asset.

È importante notare che esiste una differenza tra gli ETF sulle materie prime e gli ETF collegati alle materie prime, come gli ETF settoriali che abbiamo menzionato prima. Gli ETF sulle materie prime replicano il prezzo della materia prima sottostante, mentre gli asset collegati alle materie prime replicano l’andamento delle società che fanno parte dell’industria.

ETF a rendimento inverso o ETF short

Gli ETF a rendimento inverso, come la definizione stessa suggerisce, sono fondi che si muovono in direzione opposta rispetto all’asset sottostante. Pertanto, in base al movimento dell’asset, l’ETF a rendimento inverso effettua un movimento contrario. Tutte le categorie di ETF sovracitate hanno gli ETF a rendimento inverso.

I trader solitamente utilizzano questo tipo di ETF per aprire posizioni short sul mercato. Risultano effettivamente utili per fare hedging sulle posizioni long, oppure semplicemente per operare sui movimenti ribassisti dei mercati.

ETF a leva

Gli ETF a leva sono stati concepiti per replicare l’andamento dell’asset sottostante e utilizzare prodotti derivati per amplificare l’esposizione sui mercati. Ad esempio, un 2x ETF a leva può dare un’esposizione di €2 sull’asset sottostante, con un investimento di €1 da parte del trader.

Nota bene: quando fai trading con la leva, anche le tue perdite, così come i tuoi profitti, potrebbero essere amplificati. Per questo è importante effettuare delle ricerche approfondite sugli ETF e creare un’efficace strategia di gestione del rischio, prima di aprire una posizione e investire il proprio capitale.

Come fare trading sugli ETF con i CFD di IG

Trading con i CFD sugli ETF

Con IG, puoi fare trading con gli ETF: si tratta di un metodo di investimento che permette di ottenere profitti sui movimenti a breve termine di alcuni settori. Quando fai trading sugli ETF con i CFD, puoi sfruttare la leva per avere maggiore esposizione sull’ETF scelto.

I CFD ti permettono di aprire una posizione investendo soltanto una piccola frazione del tuo capitale, a differenza dell’investimento tradizionale. La leva può amplificare sia i profitti che le perdite, pertanto è importante creare una strategia di gestione del rischio prima di iniziare a fare trading con un conto reale.

FAQ

Gli ETF hanno un funzionamento molto simile a quello delle azioni. Un gestore di fondi crea un ETF per tracciare l’andamento di un asset o di un gruppo di asset, per poi rivendere le azioni di tale fondo agli investitori.

Gli investitori possiedono parte di quell’ETF, ma non possono rivendicare alcun diritto sugli asset sottostanti del fondo. Gli ETF replicano il valore del sottostante e danno agli investitori la possibilità di ricevere profitti simili a quelli reali.

Un’azione è una frazione di una società, che può essere acquistata o venduta dopo la quotazione delle azioni in una borsa, tramite l’offerta pubblica iniziale (IPO). Quando compri un’azione, possiedi anche una frazione di una società, ciò vuol dire che puoi ricevere una percentuale del dividendo (se viene distribuito), e puoi ottenere anche il diritto di voto.

Gli ETF sono scambiati in una maniera molto simile a quella delle azioni, ma a differenza di queste, tracciano l'andamento dell’asset sottostante o di un paniere di asset. Possono seguire l'andamento di una selezione di mercati, tra cui azioni societarie, indici e materie prime, ma chi investe non possiede gli asset sottostanti.

Il prezzo di un ETF è determinato dal valore del fondo dell’asset sottostante, noto come valore patrimoniale netto (NAV). Questo valore è altresì noto come valore per azione, ed è calcolato su base giornaliera, in base al prezzo di chiusura recente dell’asset o degli asset sottostanti.

Tuttavia, il prezzo di mercato di un ETF può variare il suo valore patrimoniale netto, se il prezzo che gli investitori sono disposti a pagare per l’acquisto o la vendita dovesse cambiare in base alle regole di domanda e offerta del mercato.

Gli ETF registrano profitti quando il valore del sottostante che rappresentano sale. L’unica eccezione a questa regola sono gli ETF a rendimento inverso.

I ricavi che puoi incassare variano in base al tipo di asset che il tuo ETF segue. Ad esempio, se possiedi un ETF azionario che traccia le azioni con dividendo elevato, puoi incassare profitti sia dalla plusvalenza, sia dalla distribuzione del dividendo dei titoli azionari scelti.

Anche il metodo utilizzato per operare sugli ETF ha un impatto diverso sui tuoi profitti. Con IG, puoi fare trading sugli ETF con i CFD, prodotti derivati a leva. Scopri tutte le modalità di trading con IG.

Vedi anche…

Per noi, la trasparenza è un valore fondamentale: saprai sempre i costi applicati mentre fai trading con noi.

Con IG, hai oltre 16.000 azioni globali azioni globali e accesso diretto al book dei titoli.

Cerca un mercato azionario, oppure visualizza dati in tempo reale, grafici e tanto altro.

1S&P Global, 2017