Che cos'è l'indice CAPE e come si calcola?

L'indice CAPE mostra come i cicli di business a lungo termine influenzano la valutazione di una società. Scopri la differenza tra l'indice CAPE e rapporto P/E e come si calcola.

Che cos'è l'indice CAPE?

Il rapporto CAPE è un confronto tra un prezzo azionario o indice e i suoi profitti complessivi, che viene utilizzato per indicare se la sua attività è sopravvalutata o sottovalutata. Si tratta di un'estensione del rapporto prezzo-utili tradizionale (P/E) che monitora un periodo di dieci anni per tenere conto delle variazioni della redditività dovute ai cicli economici.

L'indice CAPE, acronimo per cyclically-adjusted price-to-earning, è anche noto come Shiller P/E. Il suo nome è stato dato dal professor Robert Shiller che ha sviluppato il metodo, insieme al suo collega John Young Campbell. I due utili decennali suggeriti erano fortemente correlati ai profitti dei 20 anni successivi.

L'indice è utilizzato per misurare la redditività di una società sotto diverse influenze economiche. I massimi e i minimi dei profitti sono estremamente comuni poiché le abitudini di spesa dei consumatori cambiano in modo significativo in periodi di boom economico o busto. La presa in considerazione di queste oscillazioni può aiutarti a capire se una società ha prospettive di lungo termine e, pertanto, se ottenere un'esposizione su di essa.

Scopri di più su come fare trading con IG Bank

Rapporto CAPE vs rapporto P/E: quali sono le differenze?

L'indice P/E è il prezzo di un titolo azionario, diviso per i suoi profitti in un singolo anno. Mentre il prezzo di mercato di una azione ci dice quanti investitori sono disposti a pagare per possedere il titolo azionario, il rapporto P/E rivela se il prezzo delle azioni è una rappresentazione accurata del potenziale di profitto della società o meno.

Se la cifra dell'indice P/E è elevata rispetto ad altre società del settore o ad un indice (tipicamente superiore a 11) il titolo è sopravvalutato. Se il rapporto P/E è basso, sotto 10, allora è sottovalutato.

Tuttavia, la critica del rapporto P/E sosteneva che l'utilizzo di un anno di profitti non potrebbe fornire una rappresentanzione accurata dei profitti. Perciò venne creato l'indice CAPE che utilizza una media di dieci anni di reddito, adeguato per via dell'inflazione. Ciò significa che può tenere conto dei cicli di business a lungo termine e facilitare i movimenti di mercato a breve termine e la volatilità.

Come calcolare l'indice CAPE

L'indice CAPE è calcolato dividendo il prezzo azionario di una società per la media degli utili della società per un periodo di dieci anni e modificandolo per l'inflazione.

Allo stesso modo dell'indice P/E, un titolo con un rapporto CAPE alto è considerato sopravvalutato, mentre un titolo con un rapporto CAPE basso sarebbe sottovalutato.

Rapporto CAPE e prospettive

L'indice CAPE è utilizzato per prevedere i potenziali utili di una società o indice nei successivi 20 anni. La teoria è che più il valore dell'indice è basso, maggiore è il rendimento delle azioni nei prossimi due decenni mentre le azioni vengono in linea con il loro vero valore. Più il valore dell'indice è elevato, più probabilmente le azioni possono ottenere profitti eccessivi, poiché i prezzi delle azioni sono già 'gonfiati'.

Le critiche all'indice CAPE sottolineano che non è particolarmente adatto per la previsione delle valutazioni del mercato, poiché è intrinsecamente un indicatore di ribasso, il che significa che si tratta di pattern storici piuttosto che tendenze attuali o future.

Scopri di più sugli indicatori leading e lagging

È inoltre opportuno notare che le pratiche contabili sono cambiate dalla creazione dell'indice CAPE, rendendo difficile i confronti storici poiché i profitti non sono più calcolati nello stesso modo. Ciò significa che la metrica non sarà sempre accurata al 100%.

Come utilizzare l'indice CAPE nel tuo trading

Per utilizzare l'indice CAPE per la tua negoziazione, dividerai l'ultimo prezzo delle azioni della tua azienda prescelta per i suoi utili medi relativi agli ultimi dieci anni. Se si tratta di un rapporto CAPE basso si potrebbe considerare l'acquisto del titolo nella prospettiva che aumenti nel lungo termine. Se si tratta di un rapporto CAPE elevato, dovresti considerare i fondamentali della società prima di aprire una posizione, poiché c'è la possibilità che il prezzo delle azioni scenda se i partecipanti al mercato non sono disposti a supportare il prezzo 'gonfiato'.

Scopri i rally del mercato azionario

L'indice CAPE è più adatto alle valutazioni a lungo termine del mercato azionario rispetto all'indice P/E, il che rende più utile per gli investitori che considerano un periodo di tempo di diversi anni e non i trader che potrebbero mantenere una posizione su un titolo o indice solo per poco tempo.

Il rapporto CAPE può essere ancora utile per i trader che prestano attenzione all'analisi fondamentale, poiché fornisce un'indicazione sulla tendenza ribassista o rialzista del mercato. Quando si utilizza l'indice CAPE, è importante ricordare che si basa sui dati storici e non garantisce accurate previsioni sulle performance future.

Vuoi iniziare a fare trading ? Apri un conto con IG Bank e preparati a fare trading sui mercati reali.

Data di pubblicazione : 2021-02-11T08:21:31+0000

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è un nostro impegno: saprai sempre costi e commissioni applicati

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading