Azioni e settori ciclici: cosa c’è da sapere

Ogni volta che si verifica un evento macroeconomico, il prezzo di alcuni titoli e settori può risultarne influenzato: parliamo pertanto di titoli ciclici. Scopri di più sui titoli ciclici e su come poterli usare per il trading.

Che cosa sono i settori ciclici?

I settori ciclici sono quelli economicamente sensibili. Ciò significa che seguono gli alti e bassi dell’economia nel suo complesso, diventando redditizi durante i periodi di prosperità e inattivi durante le fasi di flessione.

Questo ciclo è in gran parte dovuto alle spese in consumi. Se un bene o un servizio è visto come una spesa voluttuaria, ovvero un costo opzionale, le aziende coinvolte di solito ottengono redditività solo se i consumatori dispongono di redditi sufficienti.

Esempi comuni di settori ciclici sono le case automobilistiche, i produttori di beni di lusso, le compagnie aeree, gli alberghi e i ristoranti. Quando i consumatori dispongono di capitale in eccesso, è più probabile che facciano acquisti eccezionali o che vadano in vacanza, ma in tempi di ristrettezze economiche tendono a smettere di spendere e a iniziare a risparmiare.

Che cosa sono le azioni cicliche?

Le azioni cicliche sono unità di proprietà di società i cui profitti dipendono dal ciclo economico. Il prezzo dei titoli ciclici di solito aumenta nei periodi di boom economico e può persino superare il mercato in senso generale. Tuttavia, il valore di tali titoli di solito diminuisce durante le flessioni, in linea con le vendite e i profitti.

Per illustrare gli alti e bassi dei titoli ciclici, abbiamo tracciato il prezzo delle azioni del produttore di beni di lusso Burberry (BRBY) contro il FTSE 100 (un indice di riferimento comunemente utilizzato per tastare il polso dell’economia del Regno Unito) da maggio 2018 a maggio 2020.

Dal grafico dei prezzi, possiamo vedere che quando il FTSE è stabile o in crescita, il valore delle azioni BRBY aumenta. Ma alla fine del biennio, durante la fase di crollo del mercato coincisa con il coronavirus nel 2020, sia il FTSE che il BRBY si svalutano. Sebbene ciò sia stato riconducibile a una vendita generalizzata sul mercato azionario, le altre azioni se la sono cavata molto meglio, in quanto per realizzare profitti non dipendevano dal ciclo economico.

Vuoi fare trading con le azioni? Apri un conto reale con IG Bank, oppure prova il nostro conto demo per fare pratica con il trading in un ambiente privo di rischi.

Azioni cicliche e non cicliche

Le azioni non cicliche, note anche come titoli azionari difensivi, sono le azioni delle società che tendono a essere redditizie indipendentemente dallo stato dell’economia. A differenza delle azioni cicliche, esse producono i beni e i servizi di cui la società non può fare a meno; due esempi sono i servizi di pubblica utilità e le aziende agroalimentari.

Ciò significa che, nei periodi di maggiore volatilità, il prezzo dei titoli difensivi rimarrà probabilmente stabile, o addirittura salirà. Di conseguenza, gli investitori e i trader utilizzano spesso i titoli difensivi come beni rifugio o come copertura contro il crollo dei mercati.

Per illustrare le differenze tra le azioni cicliche e quelle non cicliche, abbiamo confrontato i prezzi di Burberry e Ocado (l’azienda di consegna di generi alimentari online) con il FTSE 100.

Con la crisi del coronavirus, i consumatori hanno iniziato a dipendere dalla consegna online per procurarsi generi alimentari e di prima necessità, implementando nel contempo le regole di distanziamento sociale. Tutto ciò ha fatto di Ocado un titolo difensivo di grande successo in questo periodo. Nel frattempo, i beni di lusso hanno perso i favori degli investitori.

Cosa bisogna sapere prima di fare trading con le azioni cicliche

Le azioni cicliche sono soggette a volatilità

I titoli ciclici sono spesso molto più volatili rispetto a quelli non ciclici perché registrano una crescita significativa durante i periodi di congiuntura economica e un rapido calo durante le fasi di flessione.

La loro volatilità li rende particolarmente interessanti per le operazioni a breve termine effettuate per capitalizzare i ribassi infragiornalieri o per coprire le perdite sulle partecipazioni esistenti. Utilizzando i derivati, come i CFD, è possibile operare sia sui mercati al rialzo che su quelli al ribasso. Per le operazioni o gli investimenti a più lungo termine, può essere consigliabile diversificare il portafoglio, visto che la volatilità ciclica dei titoli crea dei rischi.

Scopri di più sulla volatilità nel trading

Ci sono diversi modi per individuare azioni cicliche

Sono disponibili vari indicatori da utilizzare per identificare le azioni cicliche. Due dei più comuni sono il valore beta e l’utile per azione.

Valore beta

Il valore beta è una misura della volatilità di un titolo rispetto al resto del mercato. Di solito viene utilizzato un benchmark, ad esempio un indice azionario, per valutare lo scostamento di una società dalla norma.

Se un’azione ha un beta pari a uno, la sua volatilità è uguale a quella del resto del mercato. Un coefficiente beta inferiore a uno significa che il titolo è meno volatile rispetto al mercato, il che è probabilmente il caso dei titoli difensivi. Un beta maggiore di uno significherebbe invece che il titolo ha un livello di volatilità più elevato, il che di solito rappresenta un buon indicatore di un titolo ciclico.

Ad esempio, se un titolo ciclico ha un beta di 1,5, significa che per ogni 10% di movimento del benchmark sottostante, il titolo si è mosso del 15%.

Utile per azione

L’utile per azione (EPS) dei titoli ciclici può variare significativamente da un trimestre all’altro perché i relativi profitti e perdite sono molto sensibili allo stato di salute dell’economia.

Si può anche osservare il rapporto prezzo/utili, che confronta l’EPS con il valore del titolo. Un rapporto prezzo/utili basso rispetto a quello dei concorrenti significa che si paga meno per ogni euro di profitto generato, il che indica che la società è sottovalutata. I titoli ciclici tendono ad avere un rapporto prezzo/utili molto più basso a causa delle fluttuazioni sia del loro utile per azione che del prezzo delle azioni.

Le azioni cicliche sono sovraperformanti nei periodi di crescita

I titoli ciclici sono noti per offrire un tasso di crescita migliore rispetto ad altri titoli durante i periodi di crescita economica. Mentre i settori non ciclici tendono a fare registrare profitti stabili nel tempo, nei periodi di crescita economica i titoli ciclici vivono boom estremi, superando i rispettivi indici di riferimento.

Ad esempio, le compagnie aeree e altre aziende del settore dei viaggi possono vedere enormi afflussi di profitto quando la spesa per le vacanze aumenta durante un periodo di prosperità. Ma ogni volta che l’economia si contrae, queste azioni sentono la stretta dovuta al fatto che i potenziali turisti decidono di trascorrere le vacanze a casa e di risparmiare.

La compravendita di azioni cicliche è tutta una questione di tempismo

Il ciclo alquanto prevedibile di questi titoli di beni voluttuari porta a una grande attenzione da parte dei trader e degli investitori che mirano ad acquistare e vendere posizioni nel momento perfetto del ciclo.

Se desideri acquistare azioni cicliche, potresti considerare l’ipotesi di tentare di ‘acquistare al punto minimo’, trovando il punto più basso di una crisi economica, quando le azioni avranno un valore inferiore. In un periodo di crescita economica, l’obiettivo è quello di trarre vantaggio dalla ripresa dei titoli e dalla loro tendenza al rialzo.

Una volta che il titolo ha raggiunto il suo pieno potenziale di crescita, si cerca di individuarne il picco e di vendere prima del successivo crollo dell’economia.

Scopri come realizzare profitti nei periodi di crisi economica

Occorre però ricordare che l’apertura di una posizione nel momento sbagliato potrebbe comportare perdite significative se il mercato prende una direzione sfavorevole, il che rende importante gestire il rischio in modo appropriato con ordini stop e limite.

Un ottimo modo per identificare questi punti minimi e massimi è l’analisi tecnica, cioè l’uso di indicatori e strumenti per individuare punti chiave dei prezzi nei dati storici. La teoria alla base dell’analisi tecnica è che i modelli si ripetono, quindi i livelli di prezzo precedenti possono informare i punti di entrata e di uscita per i nuovi scambi.

Leggi ulteriori informazioni sull’analisi tecnica o visita IG Academy per provare il nostro corso interattivo.

La diversificazione può aiutare a gestire il rischio legato ai titoli ciclici

È importante fare attenzione alla porzione di portafoglio che si assegna ai titoli ciclici in un dato momento. Se da un lato è utile avere in portafoglio un certo numero di titoli ciclici per il loro potenziale di crescita, dall’altro è necessario bilanciare questo fattore con il rischio potenziale associato alla loro volatilità.

Per costruire un portafoglio con titoli ciclici, o qualsiasi altro titolo, è necessario diversificare la propria esposizione. Ciò significa fare trading con un mix di titoli ciclici e difensivi, oltre ad altre classi di asset.

Durante un periodo di prosperità economica, entrambi i tipi di azioni hanno il potenziale per fare ottenere dei profitti. Tuttavia, se si verifica un periodo di recessione economica, i titoli difensivi che si detengono compenserebbero probabilmente una parte delle perdite causate da eventuali titoli ciclici su cui si è mantenuta una posizione.

Azioni cicliche da tenere d’occhio

I migliori titoli ciclici da tenere d’occhio dipendono totalmente dall’attuale situazione economica. Occorre valutare quali aree del mercato azionario sono state maggiormente colpite dalla crisi e i fondamentali di ogni singola società. Durante i crack finanziari, alcuni titoli conservano il loro potenziale di crescita, mentre altri non sopravvivono affatto.

Abbiamo dato un’occhiata a tre titoli ciclici per evidenziare le diverse traiettorie che le società possono seguire durante la stessa crisi economica, ovvero il crash del coronavirus del 2020.

Exedia Group (EXPE)

Expedia è una società di viaggi che fornisce servizi di prenotazione a turisti e a viaggiatori d’affari delle piccole imprese. Permette agli utenti di confrontare i prezzi e di prenotare voli, hotel e auto a noleggio.

Nel primo trimestre (Q1) del 2020, i ricavi di Expedia sono diminuiti del 15% rispetto al Q1 del 2019, in quanto le prenotazioni sono diminuite a causa della crisi del coronavirus. Un numero senza precedenti di cancellazioni ha fatto sì che diverse società operanti nel settore dei viaggi cadessero in liquidazione, ma il management di Expedia è rimasto fiducioso di una ripresa.

Tiffany & Co. (TIF)

Tiffany & Co. è un ottimo esempio di titolo riferito a beni voluttuari per il consumatore. Questo produttore e venditore di gioielli di alta gamma dipende in modo diretto dalla spesa dei consumatori nei prodotti di lusso. Tuttavia, Tiffany & Co. è anche un caso che illustra a perfezione la necessità di fare ricerche approfondite, poiché il punto più basso nel declino di ogni azione può essere raggiunto in momenti diversi.

Nonostante le forti vendite iniziali e l’impatto causato dal rallentamento dell’economia, che possiamo chiaramente vedere sul grafico dei prezzi riportato qui sotto, le azioni di Tiffany & Co. hanno fatto registrare un rapido rimbalzo.

Questo ha sorpreso molti trader e investitori, che avevano ipotizzato che le vendite di gioielli sarebbero crollate, soprattutto se si considera la dipendenza del marchio dalle vendite negli Stati Uniti, che sono diventati il centro della pandemia globale.

L’ottimismo del mercato non si basava sulle vendite o sulla prospettiva della riapertura dei negozi Tiffany & Co., ma piuttosto sull’imminente fusione della società con Louis Vuitton SE. Il prezzo per azione è stato concordato a $135 prima del crollo, il che ha limitato il rischio potenziale per gli investitori, ma ha anche limitato il potenziale di crescita una volta che l’economia ha iniziato a riprendersi.

Amazon (AMZN)

Amazon, la più grande azienda di e-commerce al mondo, vende una vasta gamma di prodotti che comprende sia beni di consumo essenziali che beni di lusso. È ampiamente considerato un titolo riferito a beni voluttuari, in quanto sensibile al ciclo economico.

Se guardiamo alla performance fornita da questo titolo durante il crash del coronavirus del 2020, possiamo vedere che le quote di AMZN sono diminuite durante l’iniziale mercato ribassista di marzo.

Tuttavia, nei mesi successivi le azioni della società hanno registrato guadagni impressionanti, riflettendo la capacità di Amazon di adattarsi alle restrizioni imposte ai consumatori. Con l’aumento delle misure del lockdown e la chiusura di molti negozi, Amazon si è trovata nella posizione migliore possibile per soddisfare la crescente domanda di acquisti online, in particolare l’elevata richiesta di dispositivi di protezione individuale (DPI).

Questi tre esempi dimostrano che ogni titolo ciclico funziona secondo un calendario proprio. È essenziale considerare l’analisi tecnica e fondamentale e tenersi aggiornati sulle ultime notizie.

Leggi le news e le analisi dei nostri esperti

Consumer Discretionary Select Sector SPDR ETF (XLY)

Il Consumer Discretionary Select Sector SPDR è un exchange traded fund (ETF). A differenza del trading o dell’investimento in azioni di singole società, gli ETF consentono di assumere una posizione sul valore di un gruppo di azioni da un’unica posizione. In questo caso, i titoli riferiti a beni voluttuari al consumo.

Questo ETF è solo uno dei tanti a seguire i titoli ciclici, ma è un’opzione estremamente popolare. XLY si basa su una strategia di rotazione settoriale, per cui il peso dei titoli detenuti nel fondo riflette le aree del mercato azionario statunitense che registrano una buona performance durante un periodo di ripresa.

Proprio come i singoli titoli ciclici menzionati sopra, questo ETF ha registrato un netto calo nel quadro della vendita generalizzata a livello globale coincisa con il coronavirus, ma ha iniziato a riprendersi in linea con l’economia statunitense.

Come fare trading con le azioni cicliche

Per iniziare a fare trading con i titoli ciclici, segui questi semplici passi:

  1. Scegli l’azione o l’ETF su cui desideri aprire una posizione
  2. Decidi con quale prodotto finanziario fare trading
  3. Apri un conto reale con IG Bank o esercitati a fare trading con un conto demo
  4. Trova i giusti livelli di entrata e di uscita del tuo trading utilizzando l’analisi tecnica
  5. Apri, monitora e chiudi la tua prima posizione

Riepilogo

  • I settori ciclici sono quelli economicamente sensibili.
  • Sono redditizi durante i periodi di prosperità e inattivi durante le fasi di flessione.
  • Esempi comuni di settori ciclici sono le case automobilistiche, i produttori di beni di lusso, le compagnie aeree, gli alberghi e i ristoranti.
  • Le azioni cicliche sono le azioni di queste società: il loro valore aumenta e diminuisce in linea con gli utili della società.
  • Le azioni cicliche sono estremamente volatili, e registrano fasi di crescita e calo estremi.
  • La gestione del rischio è importante: occorre fissare ordini stop e limite, oltre a diversificare la propria esposizione.
  • Gli indicatori comunemente utilizzati per trovare opportunità nel campo dei titoli ciclici sono il coefficiente beta e l’EPS.
  • L’analisi tecnica e l’analisi fondamentale aiutano a identificare i punti di entrata e di uscita nel ciclo economico.
  • È possibile negoziare azioni cicliche utilizzando i derivati, come ad esempio i CFD: ciò significa che si può trarre vantaggio sia dall’aumento che dal calo dei prezzi delle azioni.

Data di pubblicazione : 2020-09-11T15:22:46+0100

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Cogli le opportunità del mercato azionario

Vai long o short su migliaia di titoli globali con i CFD.

  • Aumenta la tua esposizione sul mercato con la leva
  • Spread a partire dallo 0,1%
  • Fai trading con i CFD direttamente nel book di negoziazione con accesso diretto al mercato

Vedi un'opportunità sulle azioni?

Prova il trading senza rischi con il nostro conto demo.

  • Accedi al tuo conto demo
  • Apri una posizione
  • Scopri se le tue previsioni erano corrette

Vedi un'opportunità sulle azioni?

Non perdere la tua occasione e passa a un conto reale.

  • Fai trading su una vasta selezione di azioni
  • Analizza i mercati e opera con grafici veloci ed intuitivi
  • Leggi le ultime notizie direttamente dalla piattaforma

Vedi un'opportunità sulle azioni?

Non perdere la tua occasione. Effettua il login e apri la tua posizione.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è un nostro impegno: saprai sempre costi e commissioni applicati

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading