Indice Ftse Mib tenta il rialzo nel giorno delle dimissioni di Conte

Il premier è atteso oggi al Quirinale, si spera in un Conte-ter. Ftse Mib conserva i rialzi, rally di Nexi. Tornano a salire i timori covid, dollaro in aumento, EUR/USD a 1,21

  • Alle 10:32 il Ftse Mib avanza dello 0,94%. Bene anche il resto degli europei con Cac40 e Dax in rialzo di oltre un punto percentuale
  • Rally azioni Nexi a +3,91%. Occhi anche sulle banche in attesa delle trimestrali
  • EUR/USD in calo, torna timore covid-19. La Commissione UE accusa Atrazeneca per i ritardi sulla distribuzione dei vaccini

L’apertura in leggero rialzo degli indici europei sembra durare, nonostante i pronostici di andamento frazionato. L’attenzione oggi è tutta sulle quotazioni del Ftse Mib, che a mezz’ora dall’apertura avanzano dello 0,26% proprio nel momento in cui il presidente del Consiglio Giuseppe Conte sale a Quirinale per rassegnare le proprie dimissioni – in vista di un nuovo incarico.

Eppure l’instabilità della situazione politica italiana non sembra ripercuotersi sullo spread, che al momento perde l'1,39% e scende a 121 punti. I massimi del fine settimana, che non si vedevano da mesi, sono lontani, ma l’attenzione resta alta.

Quotazioni Ftse Mib resistono a crisi di governo

L’indice Mib in mattinata fa per riconquistare faticosamente la soglia dei 22 mila punti, sotto cui è sceso lunedì e che ancora non riesce a recuperare. Al momento, nonostante il rialzo dello 0,25%, il Ftse Mib viaggia ancora sui 21.789 punti.

Tra i titoli migliori oggi risalta Nexi, che avanza dell’1,35%, mentre St prosegue il rally della vigilia e guadagna l’1,07%. Bene anche Telecom Italia, +1,01%, e Stellantis, +0,95% dopo i cali degli ultimi giorni.

In calo il titolo Prysmian, dopo l’annuncio del lancio di un nuovo bond equity-linked da 650 milioni di euro e la contestuale offerta di riacquisto sulla sua obbligazione in circolazione, anch'essa equity-linked, da 500 milioni al 2022, per un importo massimo di 250 milioni.

Occhio a Unicredit, che al momento riesce a mantenere un guadagno dello 0,40% a 7,45 euro per azione nonostante gli analisti non siano troppo ottimisti per il trimestre che si è concluso a dicembre e, a pochi giorni dalla pubblicazione della trimestrale, prevedono in media una perdita netta di 686 milioni di euro nel quarto trimestre.

Infine, due fonti vicine al dossier Cattolica-Generali hanno lasciato trapelare che la Consob ha inviato a Cattolica una richiesta di informazioni dettagliate sull'operazione siglata la scorsa estate con Generali. La richiesta di informazioni è legata ai poteri dell'Autorità in materia di abuso di informazione privilegiata. Al momento, il titolo Cattolica avanza del 2,39% mentre Generali guadagna lo 0,17%.

Crisi governo: si passa per le dimissioni di Conte

In mattinata si riunisce il Consiglio dei ministri, davanti al quale il presidente del Consiglio Giuseppe Conte annuncerà la propria intenzione di salire al Quirinale per rassegnare le proprie dimissioni. L’idea è quella di provare a ottenere un nuovo incarico, con la formazione di un governo Conte-ter, sorretto da una maggioranza più stabile.

Nel frattempo lo spread si aggira ancora su livelli stabili (121 punti pochi minuti dopo le 10:00).

Le notizie dal resto dei mercati finanziari

  • Usa – futures in calo a Wall Street, mentre gli investitori si preparano alla carrellata di dati del quarto trimestre 2020 (In programma oggi Verizon, General Electric, Johnson & Johnson prima dell’apertura della sessione, mentre Microsoft pubblicherà i propri risultati a mercati chiusi).
  • Asia in calo dopo le parole del presidente cinese Xi Jinping ieri all’apertura del World Economic Forum di Davos (quest’anno in streaming): il leader cinese ha chiesto l’eliminazione delle barriere al commercio internazionale, maggiori scambi nei settori di investimenti e tecnologia e un nuovo coordinamento sul fronte macro. Chiusura in calo per tutti i principali indici orientali: in Cina la Borsa di Shanghai perde l’1,51% mentre Shenzhen scivola di oltre il 2,28%, in Giappone Tokyo perde lo 0,96%.
  • Forex – torna a rafforzarsi il dollaro mentre gli investitori seguono con malcelata preoccupazione lo scontro tra Unione Europea e case farmaceutiche, dopo i rallentamenti alla distribuzione dei vaccini, ma anche l’aumento in contemporanea dei casi di covid-19 e i dubbi su temi e entità del pacchetto di stimoli fiscali Usa da 1.900 miliardi di dollari promessi dall’amministrazione Biden. È così che il Dollar Index avanza a 90.41, mentre il cambio EUR/USD scende a 1,2129. Leggero recupero, di rimando, per l’USD/JPY, a quota 103,797.

Inizia a fare trading con i CFD

Fai trading su oltre 80 indici con i CFD – inclusi Cac40, Dax 30, Dow Jones e Ftse 100. Otterrai un’esposizione sul mercato sottostante solo con un piccolo deposito iniziale.

Apri un conto reale o prova la demo per esercitarti con i CFD.

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Cogli le opportunità

Fai trading sui principali indici globali.

  • Opera su mercati al rialzo e al ribasso
  • Spread a partire da 1 punto sul FTSE 100, 1,2 sul Germany 30 e 0,4 punti sull'US 500
  • Trading sui principali indici disponibile H24

Vedi opportunità sugli indici?

Prova il trading senza rischi con il nostro conto demo.

  • Effettua il login
  • Prova il trading senza rischi
  • Scopri se le tue previsioni si rivelano corrette

Vedi opportunità sugli indici?

Non perdere la tua occasione e passa a un conto reale.

  • Spread a partire da 1 punto sul FTSE 100, 1,2 sul Germany 30 e 0,4 punti sull'US 500
  • Trading sui principali indici disponibile H24
  • Analizza i mercati e opera con grafici veloci ed intuitivi

Vedi opportunità sugli indici?

Non perdere la tua occasione. Effettua il login e apri la tua posizione.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading