Cos'è l'ethereum e come funziona?

Tutto quello che hai bisogno di sapere sulla rete Ethereum e il suo token, ether.

Cos'è l'ethereum?

L'ethereum è una piattaforma digitale che adotta la tecnologia blockchain del bitcoin, espandendone l'uso a una varietà di altre applicazioni. Non andrebbe confusa con l'ether, vale a dire la valuta collegata alla rete ethereum, anche se i due termini sono di fatto utilizzati per indicare la criptovaluta.

La piattaforma ethereum è stata creata nel 2015 da un programmatore di Toronto,Vitalik Buterin, con lo scopo di creare un mezzo per applicazioni decentralizzate e collaborative. L'ether (ETH) è un token che può essere utilizzato nelle transazioni che fanno uso del software. Proprio come il bitcoin, l'ether è parte di un sistema finanziario peer-to-peer autosufficiente, al di fuori della supervisione e dell'intervento dei governi. Come il bitcoin, l'ether ha visto il proprio valore salire alle stelle in un brevissimo arco di tempo.

Nel gennaio 2016, l'ether veniva scambiato a circa $1. A settembre, il prezzo era già salito a $290, nonostante la marcata volatilità con frequenti oscillazioni intraday. Per cui, benché l'ether sia solo una delle centinaia di criptovalute esistenti oggi, è anche una delle poche ad avere una capitalizzazione di mercato significativa, assieme alle sue due grandi rivali, il bitcoin e il bitcoin cash.

Come funziona l'ether?

L'ether, come altre criptovalute, utilizza un libro maestro digitale in cui vengono registrate tutte le transazioni. È accessibile a tutti, completamente trasparente ed estremamente difficile da modificare retroattivamente.

A rendere possibile questo è la blockchain tramite il processo di mining.

Il ruolo del minatore è verificare i gruppi di transazioni ether per formare i "blocchi" della catena (blockchain) e proteggerli crittograficamente risolvendo complessi algoritmi. Modificando la complessità degli algoritmi, i minatori possono fare in modo che il tempo di elaborazione dei blocchi sia più o meno uniforme (circa uno ogni 14 secondi).

I nuovi blocchi vengono quindi immessi nella catena esistente ed i minatori ricevono così un premio, vale a dire un ammontare di ether. Attualmente questo premio equivale a 5 unità ether ma può ridursi man mano che la criptovaluta viene minata.

I minatori raggruppano le transazioni in "blocchi". 

I blocchi sono protetti crittograficamente e vengono collegati alla blockchain. 

I minatori ottengono un premio equivalente a un ammontare di ether che reinseriscono nel mercato.

Come funziona l'ethereum?

La blockchain dell'ethereum è molto simile a quella del bitcoin. Tuttavia il suo linguaggio di programmazione permette agli sviluppatori di codificare software tramite i quali le transazioni della blockchain possono gestire e automatizzare i cosiddetti contratti intelligenti.

Cosa sono i contratti intelligenti

Se un contratto tradizionale delinea i termini di un rapporto tra due o più parti, un contratto intelligente garantisce che i termini del contratto vengano rispettati, convertendoli in codici. Il software esegue automaticamente l'accordo non appena le condizioni vengono soddisfatte, evitando i ritardi e le spese tipiche della stipulazione manuale di contratti.

Per fare un semplice esempio, un utente ethereum può creare un contratto intelligente per inviare ad un amico un determinato ammontare di ether in una certa data. Dovrà solo scrivere il codice nella blockchain e, non appena il contratto sarà stato completato, cioè alla data stabilita, l'ether verrà consegnato automaticamente al destinatario.

Un certo numero di contraenti anonimi si accorda su di una serie di termini. Il contratto viene quindi codificato nella blockchain. 

L'evento in oggetto ha luogo, quindi il contratto viene soddisfatto. 

I termini dell'accordo vengono messi in pratica dalle parti interessate.

L'idea alla base di questo sistema può essere applicata anche a situazioni ben più complesse. Il suo potenziale è con ogni probabilità illimitato ed infatti esistono progetti di applicazione all'ambito assicurativo, immobiliare, finanziario, legale e del finanziamento collettivo.

I contratti intelligenti presentano anche altri vantaggi quali:

  • assenza di intermediari che permette il controllo totale da parte degli utenti, limitando costi aggiuntivi;
  • vengono registrati, cifrati e duplicati sulla blockchain che è accessibile a tutti: tutti i partecipanti possono visionare l'attività del mercato;
  • non richiedono elaborazione manuale dei documenti, cosa che elimina sprechi di tempo.

Naturalmente il sistema dei contratti intelligenti è ancora molto giovane e non privo di pecche.

Il codice viene tradotto letteralmente ed errori durante la creazione del contratto possono portare a risultati indesiderati a cui non è possibile rimediare.

DApps vs contratti intelligenti

I contratti intelligenti sono simili alle applicazioni decentralizzate note con il nome di dApps, con alcune differenze fondamentali.

Come i contratti intelligenti, una dApp è un'interfaccia che connette un utente con un fornitore di servizi tramite una rete peer-to-peer decentralizzata. Tuttavia, mentre i contratti intelligenti necessitano di un numero fisso di contraenti, le dApps non hanno limiti sui partecipanti. Inoltre, a differenza dei contratti intelligenti, non sono limitati a usi puramente finanziari: una dApp essenzialmente può servire per qualsiasi scopo. 

FAQ

L'ethereum rimpiazzerà il bitcoin?

Tra tutte le criptovalute, l'ether sembra al momento essere quella con maggiori probabilità di rimpiazzare il bitcoin come criptovaluta più scambiata. Infatti il bitcoin nel corso del 2017 ha visto la propria fetta di mercato rimpicciolirsi a causa della nuova rivale, e tutto lascia pensare che questa tendenza continuerà nei prossimi mesi e che finirà per portare l'ether alla vetta.

Tuttavia, secondo alcuni, questo non accadrà. L'unica funzione del bitcoin è finanziaria, mentre lo scopo principale dell'ether è quello di facilitare contratti intelligenti e dApp. Questo vuol dire che la sua reputazione come alternativa al bitcoin potrebbe cominciare presto a ridimensionarsi. 

Come cominciare a fare trading sull'ether?

Apri un conto con IG Bank e accedi alla nostra piattaforma. Troverai l'ether sotto "Forex", nel menu a sinistra, o semplicemente cercandolo tramite lo strumento di ricerca. Ricorda che con IG Bank farai trading sul prezzo dell'ether tramite un contratto derivato, e non direttamente sull'exchange. Ricorda inoltre che le perdite possono eccedere i depositi e il trading a leva amplifica i profitti così come le perdite.

Esiste un limite alla quantità di ether che può essere minata?

Non esistono limiti in generale, tuttavia il limite annuale è fissato a 18 milioni. Questo per fare in modo di mantenere un flusso stabile di ether nel mercato.

Cosa aspetti? Apri un conto

Aprire un conto è totalmente gratuito e non richiede obbligo di deposito o di transazione.

Potrebbero interessarti anche...

Contattaci

Il nostro Helpdesk in italiano è disponibile dal lunedi al venerdi dalle 8:15 alle 22:15. Al di fuori di questi orari il nostro staff di lingua inglese situato nei nostri uffici nel mondo, sarà a vostra disposizione durante il fine settimana a partire dalle ore 9:00 del sabato (CET).