Commodities

Borse e prezzi

Dove vengono negoziate le materie prime?

Le materie prime vengono negoziate in numerose borse regolate specializzate in particolari mercati. Tra queste:

 

LIFFE

La piazza europea più importante per le materie prime, e non solo.

Specializzazione: materie prime agricole.

Trade: cacao, frumento, caffè, zucchero, grano.

London Metal Exchange

Il mercato dei metalli non ferrosi più importante del mondo.

Specializzazione: metalli che non contengono ferro.

Trade: alluminio, rame, stagno, nichel, zinco, piombo, lega di alluminio, cobalto.

New York Mercantile Exchange (NYMEX)

La più grande borsa mondiale per futures sulle materie prime fisiche, di proprietà del CME Group.

Specializzazione: contratti energia e metalli.

Trade: greggio, gas naturale, nafta, benzina verde RBOB, oro, argento, rame, platino, palladio.

ICE Futures US (ICE)

La principale borsa internazionale per opzioni e futures sulle materie prime soft.

Specializzazione: soft commodities.

Trade: cotone, cacao, caffè, succo d'arancia.

Chicago Board of Trade (CBOT)

Il più vecchio luogo di scambio di futures e opzioni, di proprietà del CME Group.

Specializzazione: cereali.

Trade: grano, soia, olio di soia, farina di estrazione di soia, avena, riso non brillato.

 

Volumi del contratto

I futures sulle materie prime vengono negoziati in contratti. Ogni prodotto ha un volume standard, definito dalla borsa in cui viene negoziato.

Prendiamo l'oro, tanto per fare un esempio. Il volume del contratto per i futures sull'oro è di $ 100 all'oncia. Quindi se acquistate un contratto di oro, la vostra esposizione è pari a $ 100 all'oncia. Se il prezzo dell'oro sale di $ 1 per oncia, il prezzo del vostro oro aumenterà di $ 100 ($ 1 x 100 once).

Dovete controllare il volume del contratto della materia prima sulla quale state negoziando, dato che molte di loro hanno volumi standard diversi. Offriamo anche dei mini contratti per completare i volumi standard disponibili.


Margine

I contratti sulle materie prime sono prodotti a leva finanziaria, per cui quando li acquistate non dovete versare l'intero valore della vostra posizione. Piuttosto, ogni materia prima prevede un margine per contratto.

Per ulteriori informazioni, consultate la sezione  Leva finanziaria.

 

Contango e backwardation

Contango e backwardation sono termini utilizzati per descrivere la forma che assume la curva del prezzo dei futures per una particolare materia prima, nel corso dei mesi a venire. La curva del prezzo dei futures rappresenta il prezzo di un contratto futures in funzione della sua durata.

Contango indica una situazione in cui i prezzi futuri sono superiori al prezzo spot corrente, per cui la curva forward si inclina verso l'alto. Man mano che ci avviciniamo alla data di scadenza del contratto, il distacco tra il prezzo spot e il prezzo futuro si riduce, quindi la curva convergerà di nuovo verso il prezzo spot.

Backwardation indica una situazione in cui i prezzi forward sono inferiori al prezzo spot corrente, per cui la curva forward si inclina verso il basso. Man mano che ci avviciniamo alla data di scadenza del contratto, il distacco tra il prezzo spot e il prezzo futuro si riduce, quindi la curva convergerà di nuovo verso il prezzo spot.

In condizioni di mercato normali, ci si aspetta che i futures sulle materie prime vengano negoziati in contango. Questo perché il prezzo forward include le spese di mantenimento della posizione, quindi dovrebbe teoricamente aumentare con l'aumento della durata del contratto. Per alcune materie prime, però, i fattori geopolitici tendono a svolgere un ruolo molto più importante per la definizione del tipo di curva, contango o backwardation.

La forma della curva dei futures è importante per gli speculatori e gli investitori che desiderano coprirsi dai rischi acquistando le materie prime, poiché consente di farsi un'idea sulla stato in cui si trova la materia prima sul mercato, sia nel momento attuale sia nei mesi a venire. Uno stato di backwardation, per esempio, può suggerire una scarsità della fornitura attuale che spinge il prezzo corrente al rialzo, oppure la previsione di un'abbondante fornitura nei mesi a venire che causerà la discesa del prezzo futuro.

Per esempio, una fase contango dei mercati dei futures per il greggio suggerisce che la fornitura corrente è abbondante. Al contrario, una fase in backwardation dei prezzi potrebbe suggerire un'imminente carenza. Gli eventi economici che minacciano l'equilibrata distribuzione internazionale del greggio, come la guerra, tendono a spingere il mercato in backwardation.