Che cos'è l'indice di Treynor e come si calcola?

L'indice di Treynor confronta i tuoi profitti contro la volatilità del mercato sottostante e il rischio sistematico. Vi spieghiamo cos'è l'indice di Treynor e vi mostriamo come calcolarlo.

Cos'è l'indice di Treynor?

L'indice di Treynor è una metrica finanziaria utilizzata per calcolare i profitti di un portafoglio relativi al profitto di un benchmark di riferimento, come un indice principale. È altresì noto come rapporto premio/volatilità e non è molto diverso rispetto ad altre metriche premio/volatilità come l'indice di Sharpe, che confronta il rendimento di un portafoglio contro il tasso senza rischio.

Come calcolare l'indice di Treynor

L'indice di Treynor viene calcolato come segue:

Indice di Treynor = (profitto portafoglio - profitto dell'investimento senza rischio) ÷ beta del portfolio

Ad esempio, ipotizziamo che il profitto del portafoglio sia del 30%, il tasso senza rischio del 2% e il beta del portafoglio dell'1,4. Dobbiamo quindi effettuare il calcolo seguente: (0,3 - 0,02) ÷ 1,4 = 0,2, che corrisponde all'indice di Treynor.

Come secondo esempio, ipotizziamo che il profitto del portafoglio sia del 50%, il tasso senza rischio dello 0,0125% e il beta dell'1,2. Dobbiamo effettuare questo calcolo: (0,5 – 0,0125) ÷ 1,2 = 0,41.

0,41 è un indice di Treynor più alto di 0,2: più l'indice è alto, maggiori saranno i profitti per ogni unità di rischio del portafoglio, rispetto al rischio dell'indice di riferimento.

Spiegazione del calcolo dell'indice di Treynor

Come abbiamo visto prima, sono diversi i termini utilizzati per il calcolo dell'indice di Treynor. Per evitare confusione, vi spiegheremo in dettaglio cosa sono. -

  • Il profitto del portafoglio rappresenta quanto utile è stato registrato nel portafoglio in un periodo specifico. Un investitore spera sempre che il suo portafoglio possa avere delle performance uguale o addirittura superiori rispetto all'indice principale del proprio paese.
  • Il profitto dell’investimento senza rischio è l'utile teorico di un asset a zero rischi. Tuttavia, nessun asset è privo di rischio, pertanto gli investitori utilizzano i titoli di stato statunitensi a tre mesi come valore del tasso di rendimento senza rischio.
  • Il beta calcola il tasso di cambio dei profitti di un portafoglio, relativo all'indice principale del mercato, come l'S&P 500 (US 500), oppure il FTSE 100.

Indice di Treynor: quando il risultato può essere considerato positivo?

Un indice di Treynor più alto è preferibile, poiché indica che i profitti sono più alti rispetto a ogni unità di rischio. Inoltre, ciò significa che l'asset, o un portafoglio di asset, ha generato proftti migliori rispetto alle aspettative, considerando il livello di rischio assunto.

Però bisogna tenere presente che se il valore beta del portafoglio è negativo, l'indice di Treynor non avrà un valore preciso come risultato. In questo caso, potresti utilizzare l'indice di Sharpe, per determinare il profitto potenziale di un portafoglio in base al rischio del sottostante.

Indice di Treynor vs indice di Sharpe: quali sono le differenze?

L'indice di Sharpe è un altro rapporto sul rendimento e sul rischio, che cerca di capire la performance di un asset, confrontandolo con un investimento senza rischio. È diverso dall'indice di Treynor, perché quest'ultimo analizza la performance relativa all'indice principale del mercato sottostante.

I bond statunitensi a tre mesi sono spesso utilizzati come valore di riferimento per un investimento senza rischio, perché anche se nessun investimento può essere considerato privo di rischio, il rischio intrinseco di un titolo di stato USA è solitamente molto basso.

La formula dell'indice di Sharpe è:

Indice di Sharpe = (profitto portafoglio – profitto dell'investimento senza rischio) ÷ deviazione standard del portafoglio

L'indice di Sharpe divide l'equazione con la deviazione standard del portafoglio, che rappresenta la differenza principale tra indice di Sharpe e indice di Treynor. Le deviazioni standard possono definire l'andamento cronologico della volatilità di un asset. Il beta, d'altro canto, misura la volatilità dell'asset in base alla sua relazione con il mercato sottostante.

Esiste anche un terzo rapporto da tenere in considerazione: quello dell'indice di Sortino. Simile all'indice di Sharpe, questi viene applicato soltanto ai rischi di un portafoglio in ribasso. Alcuni analisti pensano che l'indice di Sortino sia migliore per calcolare i ricavi adeguati al rischio rispetto all'indice di Sharpe, perché elimina la volatilità al rialzo, che è ciò che porta profitti agli investitori.

Come risultato, la volatilità al rialzo è positiva per un investitore e questa viene esclusa dall'equazione del rendimento calcolata dall'indice di Sortino.

Come utilizzare l'indice di Treynor per il tuo trading

Puoi utilizzare l'indice di Treynor per calcolare il livello di profitto in eccesso ottenuto per ogni unità di rischio assunto sopra il livello di rischio del mercato sottostante. Può essere uno strumento utile, perché potresti sapere se le tue strategie di trading hanno overperformato rispetto all'andamento dei mercati.

Apri un conto reale e inizia a fare trading con IG Bank

Data di pubblicazione : 2020-12-02T12:27:31+0000

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Scopri come fare trading sui mercati

Esplora la selezione di mercati disponibili e scopri come funzionano, con il corso di introduzione ai mercati finanziari di IG Academy.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è un nostro impegno: saprai sempre costi e commissioni applicati

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading