I CFD sono prodotti a leva. Il trading con i CFD potrebbe non essere appropriato per tutti e può determinare perdite che eccedono il tuo investimento; accertati di aver pienamente compreso l'informativa sui rischi. I CFD sono prodotti a leva. Il trading con i CFD potrebbe non essere appropriato per tutti e può determinare perdite che eccedono il tuo investimento; accertati di aver pienamente compreso l'informativa sui rischi.

Preview della Trimestrale di Netflix: focus su outlook

Sebbene il titolo si sia ripreso dai minimi dell'anno, è improbabile che le prospettive siano diventate molto più positive. A maggio i prezzi di Netflix erano scesi fino a $175 al momento il titolo quota a $235

Fonte: Bloomberg

Quali sono stati gli highlights per Netflix?

Il terzo trimestre ha visto la conclusione della stagione 4 di Stranger Things che ha portato a record di download. Tra luglio e settembre non ci sono stati altri picchi. Pochi film interessanti (Sea Beast, Purple Hearts) e tra le serie spiccano (The Sandman, Cobra Kai, Manifest). La morte della regina Elisabetta ha portato tra i top 10 del trimestre anche The Crown.

Quando Netflix pubblica la trimestrale?

Netflix riporterà gli utili per il suo terzo trimestre fiscale martedì 18 ottobre, in tarda serata dopo la chiusura delle contrattazioni di Wall Street.

Trimestrale Netflix, cosa aspettarsi?

Netflix dovrebbe registrare un fatturato di $7,8 miliardi, in aumento del 4,8% rispetto a un anno fa. Nel frattempo, l'utile per azione dovrebbe essere di $2,14, in calo di un terzo rispetto allo stesso periodo del 2021.

È stato un anno molto deludente per Netflix. Ha perso 1,2 milioni di abbonati nei primi sei mesi del 2022 e il prezzo delle azioni ha sofferto di conseguenza. Le vendite del secondo trimestre sono aumentate dell'8,6% ma questo è stato il ritmo più lento in quasi un decennio. Come mostrano le previsioni, il quadro non dovrebbe migliorare. In effetti, Netflix potrebbe fornire una previsione per l'intera stagione degli utili negli Stati Uniti, ad esempio un tema di "le cose vanno male ed è improbabile che migliorino presto".

Netflix ha visto la sua base di abbonati erosa a causa di diversi problemi crescenti. In primo luogo, lo spazio di streaming sta diventando più competitivo. Per anni l'azienda è stata incontrastata, ma Apple, Amazon, CBS, Paramount, HBO e altri hanno lanciato tutti servizi pay-to-view, richiedendo a Netflix di spendere di più per i contenuti di grandi nomi per attirare i clienti.

Ma anche questo potrebbe non essere sufficiente in un'era di alta inflazione e tassi di interesse in aumento. Queste due sfide si combinano per spremere i budget dei consumatori e ridurre l'importo disponibile da spendere per i servizi di streaming. Negli anni pre-pandemia, quando i prezzi erano relativamente stabili, sarebbe stato possibile per le persone mantenere gli abbonamenti a una serie di servizi di streaming. Ora, con le famiglie che devono far fronte a budget ridotti, devono essere più esigenti.

Pertanto, sebbene Netflix possa essere soddisfatta dei numeri del terzo trimestre e i livelli di abbonati potrebbero effettivamente recuperare un pochino, sarà difficile avvicinarsi agli utili del quarto trimestre con molto ottimismo.

Prezzo delle azioni Netflix: valutazioni e prezzo target

Dei 43 broker che coprono Netflix, il numero di gran lunga più alto, 24, ha attualmente un rating "hold" sulle azioni. Questo è in calo da un massimo di 32 a maggio, ma è ben lontano dai giorni inebrianti dell'estate 2021.

Nel frattempo, il numero di raccomandazioni di "acquisto" è salito a 13, da un minimo di 9 a settembre, ma questo si confronta con 35 "acquisti" nel 2021! Sei broker hanno una raccomandazione di "sell", un livello invariato negli ultimi mesi.

Al momento, l'attuale prezzo obiettivo mediano è di $244,84, che rappresenta un rialzo dell'8,9% rispetto al prezzo attuale.

Calma prima della tempesta per Netflix

Le prospettive macro generali suggeriscono ancora che è necessaria cautela su Netflix. Dopo il consolidamento degli ultimi tre mesi, potrebbe svilupparsi un nuovo calo sulla scia degli utili, con poche indicazioni che le prospettive a lungo termine siano diventate più positive.

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading