Cambio euro-dollaro in calo, cosa sta succedendo al biglietto verde?

Torna a recuperare terreno il dollaro grazie allo stabilizzarsi dei rendimenti Usa. Gli investitori restano però cauti: il maxi piano di aiuti fiscali di Biden minaccia l’inflazione

Ultime ore di timidi recuperi per il dollaro statunitense. Il rialzo dei rendimenti sui Treasuries Usa, insieme alle promesse dell’amministrazione Biden per un piano di stimoli fiscali da tremila miliardi di dollari (causa ed effetto l’una dell’altra) hanno aiutato il biglietto verde a riguadagnare terreno: negli ultimi sette giorni il Dollar Index ha guadagnato l’1,15%, passando da quota 89,31 all’attuale 90,28.

Cosa sta influendo sull’andamento del dollaro?

Solo stamattina, in realtà, gli investitori erano tornati a scommettere sulla ripresa del trend discendente: è bastato che i Treasuries statunitensi a dieci anni registrassero un lieve calo, dalla chiusura di ieri a 1,138% a 1,114%, dopo che ieri i titoli di stato avevano toccato il massimo da circa dieci mesi.

Nella giornata di ieri gli investitori si sono precipitati all’acquisto di bond decennali Usa, come copertura contro i rischi di inflazione. L’indice dei prezzi al consumo infatti si prevede soggetto alle ripercussioni delle misure di stimoli fiscali in arrivo con l’amministrazione Biden.

Già domani è previsto l’annuncio da parte del presidente eletto Joe Biden di un pacchetto di aiuti in funzione anti-pandemica, secondo quanto trapela dagli organi di informazione. JP Morgan prevede un'azione in tal senso nel breve periodo.

Nel frattempo, le tensioni all’interno del Congresso non accennano a diminuire. Ieri il vice presidente Mike Pence ha annunciato di non voler attivare il 25esimo emendamento, che permette ai membri governativi della Casa Bianca di sollevare il presidente in carica Donald Trump dai suoi incarichi.

La posizione di Trump era stata messa in discussione all’indomani degli scontri di Capitol Hill, la scorsa settimana. La maggioranza democratica alla Camera si è detta pronta a procedere con la richiesta di impeachment nei confronti di Trump.

D’altra parte, le tensioni politiche non sembrano aver condizionato l’andamento del dollaro – non tanto quanto la situazione covid-19 e relativi aiuti in arrivo. Gli investitori restano “bearish” sulle prospettive della valuta statunitense nel breve termine.

Quali ripercussioni sull’euro-dollaro?

E se, da una parte, il dollaro tenta timidamente di riguadagnare terreno, il cambio con l’euro ne sconta gli effetti. L’EUR/USDnelle ultime ore di mercoledì ha perso lo 0,54%, riassestandosi ai livelli della vigilia – il minimo dalla fine di dicembre.

D’altra parte, sulla coppia valutaria pesa anche e soprattutto la recente debolezza dell’euro, che ha riportato la coppia valutaria al di sotto della soglia di 1,22 (al momento il cambio EUR/USD viaggia a 1,2166).

Non ha aiutato al rialzo l’euro neanche il dato sulla produzione industriale mensile dell’Eurozona, in rialzo a novembre del 2,5% mese su mese (mentre, su base annuale, perde lo 0,6%).

Come sfruttare le opportunità di trading?

Interessato al trading sul forex? Apri un conto reale o mettiti alla prova con un conto demo su IG Bank in pochi passi:

  1. Crea un contro IG Bank o accedi a un conto già esistente
  2. Inserisci il nome del prodotto su cui vuoi fare trading nella barra di ricerca
  3. Scegli la size della tua posizione
  4. Clicca su “buy” o “sell” nella piattaforma
  5. Conferma l’operazione

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Inizia ora a fare trading sul forex

Trova nuove opportunità sul mercato più grande e liquido al mondo.

  • Spread a partire da soli 0,6 su EUR/USD
  • Analizza il mercato e opera con grafici veloci ed intuitivi
  • Fai trading ovunque tu sia con le nostre app

Vedi un'opportunità sul forex?

Prova il trading senza rischi con il nostro conto demo.

  • Effettua il login
  • Apri la tua posizione
  • Scopri se le tue previsioni si rivelano corrette

Vedi un'opportunità sul forex?

Non perdere la tua occasione e passa a un conto reale.

  • Spread a partire da soli 0,6 su EUR/USD
  • Analizza i mercati e opera con grafici veloci ed intuitivi
  • Leggi le ultime notizie direttamente dalla piattaforma

Vedi un'opportunità sul forex?

Non perdere la tua occasione. Effettua il login e apri la tua posizione.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading