Oro, prove rimbalzo in corso

Il metallo prezioso in cerca di riscatto dopo il test al supporto chiave a 1.675 dollari/oncia.

Prova a recuperare l’Oro dopo la brutta performance del primo trimestre dell’anno (-10%). Le quotazioni ora oscillano intorno all’1.745 dollari/oncia, lontano dai 1.675 dollari toccati in due occasioni a marzo scorso e che rappresentano il livello più basso da giugno 2020.


Ma cosa ha pesato sul metallo giallo sinora?

Sostanzialmente la dinamica di rialzo dei tassi di interesse nominali ha contribuito enormemente ai recenti cali dell’Oro. Da una parte i rendimenti crescenti sui Treasury (effetto diretto) dall’altra il forte apprezzamento del biglietto verde (effetto indiretto) hanno aggiunto pressioni ribassiste importanti alle quotazioni dell’Oro. Non solo, ci sarebbe anche un terzo fattore non trascurabile dettato dal rientro delle posizioni speculative aperte a seguito del risk off generatosi nell’ultimo anno dopo lo scoppio della pandemia. A testimonianza di ciò l’ammontare di oro fisico dei grandi ETF è sceso proprio a partire da inizio anno.


Le Banche centrali riusciranno a dare slancio alle quotazioni?

In molti si chiedono cosa effettivamente potrebbe interrompere questa discesa dei prezzi. Probabilmente solo un cambio di rotta delle Banche centrali, in primis della Federal Reserve, ridare slancio alle quotazioni. Se la Banca centrale statunitense dovesse pensare a un rialzo anticipato dei tassi di interesse in scia a rinnovate spinte inflattive importanti, le quotazioni dell’oro potrebbero tornare a salire.

Cosa cambia dal punto di vista grafico?

Come abbiamo già accennato il doppio minimo che ha toccato in prossimità di 1.675 dollari/oncia rappresenta un supporto strategico importante per le prospettive di lungo periodo. Il suo cedimento infatti potrebbe aprire a un calo violento prima in direzione di 1.560 dollari (50% di ritracciamento di Fibonacci nell’ascesa partita dai mini di fine 2015) e poi verso 1.450 dollari, ovvero bottom 2020 e ultimo dei ritracciamenti suddetti. La prima resistenza strategica invece passa proprio per 1.760 dollari, il cui sfondamento tecnico allontanerebbe il pericolo di nuovi imminenti cali. Per un’accelerazione importante sarà invece necessario lasciarsi alle spalle l’area di 1.850, che ha costituito supporto a settembre e ottobre.

Inizia a fare trading con i CFD

Fai trading sui principali indici, inclusi Cac40, Dax 30, Dow Jones e Ftse 100. Otterrai un’esposizione sul mercato sottostante solo con un piccolo deposito iniziale.

Apri un conto reale o prova la demo per esercitarti con i CFD.

Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG Bank declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti.

Approfitta della volatilità sulle materie prime

Fai trading sui future delle materie prime e altri 27 mercati senza scadenza fissa.

  • Ampia selezione di metalli, energie e soft commodities
  • Spread a partire da 0,3 punti sullo Spot Gold, 2 punti sullo Spot Silver e 2,8 punti sul petrolio
  • Utilizza grafici continui, con storico fino a cinque anni

Vedi opportunità sulle materie prime?

Prova il trading senza rischi con il nostro conto demo.

  • Effettua il login
  • Prova il trading senza rischi
  • Scopri se le tue previsioni si rivelano corrette

Vedi opportunità sulle materie prime?

Non perdere la tua occasione. Passa a un conto reale.

  • Analizza i mercati e opera con grafici veloci ed intuitivi
  • Spread a partire da 0,3 punti sullo Spot Gold
  • Leggi le ultime notizie direttamente dalla piattaforma

Vedi opportunità sulle materie prime?

Non perdere la tua occasione. Effettua il login e apri la tua posizione.

Dati di mercato

  • Forex
  • Azioni
  • Indici
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired
liveprices.javascriptrequired

I prezzi sopra indicati sono soggetti ai nostri termini e condizioni del sito. I prezzi sono solo indicativi.

Potrebbero interessarti anche…

La trasparenza è da sempre una nostra prerogativa

Scopri perché siamo un broker leader nel trading online

I CFD sono una modalità operativa, più flessibile e vantaggiosa per fare trading