Market Update 22/10/2018: Bene Italia, spread scende sotto 300 dopo Moody's

Ottima partenza di settimana per l'indice italiano. Il report di Moody's non spaventa i mercati.

bg_italy_rome_1258961
Fonte Bloomberg

L’intervento del Governo di Pechino a sostegno dei mercati e la decisione di Moody’s sull’Italia hanno alimentato gli acquisti sui mercati europei.

L’agenzia di rating ha deciso di tagliare il giudizio sul debito del paese di 1 gradino da Baa2 a Baa3, mettendo l’outlook a stabile. La valutazione è leggermente migliore delle aspettative della vigilia, lo spauracchio di un downgrade al livello spazzatura (junk bond) e di un outlook negativo non si è materializzato.

A sostenere il mercato obbligazionario è stato anche il Consiglio dei Ministri del weekend che ha ricucito la spaccatura all’interno del Governo gialloverde.

Rimane la pace fiscale ma è stato tolto lo scudo per i capitali all’estero e la non punibilità che aveva portato Di Maio ad accusare in diretta TV la manomissione del decreto fiscale.

Da segnalare a Piazza Affari i forti acquisti su FCA che guadagna 5 punti percentuali dopo la decisione di vendere Magneti Marelli ai giapponesi di Calsonic Kansei per 6,2 miliardi di euro.

L’indice italiano a fine mattinata evidenzia una crescita dello 0,70% a 19210 punti.

Sul fronte valutario l’euro dollaro si attesta poco al di sopra di 1,15.

IG Bank S.A. presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG Bank S.A. non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.