Asia, borse in rosso. Politica e rischi macro creano dubbi sui mercati

Nikkei a ribasso del 2,67%. Topix al -2,63%. Male anche Shanghai e Hong Kong, rispettivamente in negativo a -2% e -2,9%. Risentono dei ribassi Taiwan e Singapore, con chiusure in area -2% e -1,3%.

China
Fonte Bloomberg

Profondo rosso sulle borse asiatiche, con l’area del pacifico che sconta negativamente le diverse tensioni sui mercati.

A pesare sui listini sono state le recenti vicende diplomatiche che hanno coinvolto l’Arabia Saudita e, di rimando, il comparto petrolifero, le preoccupazioni sulla stabilità europea, con i rischio Italia e l'attesa per la Brexit, e i dati trimestrali americani, che ieri hanno deluso le attese, facendo chiudere a ribasso Wall Street. A pesare sul listino a stelle e strisce sono stati i dati deludenti di aziende come Halliburton e Harsbro, anche se l'attenzione è ora già rivolta agli utili del settore tecnologico di questa settimana.

Giovedì 25 ottobre, Amazon.com e Alphabet (Google) pubblicheranno i propri risultati trimestrali, numeri che il mercato si attende supereranno le previsioni con rialzi sopra le attese.

Cina: neutralizzati i rialzi. Gli stimoli non bastano

La Cina va così a neutralizzare i rialzi di ieri, quando i mercati dell’est hanno risposto con entusiasmo all’annuncio di nuovi tagli fiscali da parte di Pechino, che potrebbero superare l’1% del Pil nel 2019. Il Governo ha inoltre pubblicato una bozza preliminare di un provvedimento che introdurrebbe nuove deduzioni fiscali per le persone fisiche. Lo scopo, stimolare ulteriormente l’economia, specie a fronte degli ultimi dati ufficiali che hanno mostrato una flessione del Pil ai minimi dal 2009, scontando il peso delle tensioni commerciali con gli Stati Uniti.

Nikkei a ribasso del 2,67% e Topix in calo al -2,63%. Male Shanghai e Hong Kong, rispettivamente con ribassi del 2% e del 2,9%. Giornata negativa sul mercato anche per Prada, che lascia sul terreno tre punti percentuali, riportando dubbi relativamente alla tenuta del comparto lusso per i prossimi trimestri. Risentono dei ribassi anche Taiwan e Singapore, con chiusure in area -2% e -1,3%.

IG Bank S.A. presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG Bank S.A. non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.