Market Update - Mercati consolidano in vista Mid Term

Inizio di settimana contrastata per l'Europa, con gli investitori che rimangono in attesa delle elezioni Mid Term negli Stati Uniti.

bg_federal_reserve_1532054
Fonte: Bloomberg

AL momento il consenso vede la Camera dove verranno rinnovati tutti i membri passare in mano ai Democratici, mentre il Senato dove verranno votati solo un terzo dei sui componenti dovrebbe rimanere ai Repubblicani. Trump potrebbe diventare così anatra zoppa come si dice in gergo, eventualità questa che potrebbe rallentare o mettere in discussione molti punti del suo programma elettorale.

L'attenzione si sposterà poi alla Fed, alla luce dei dati incoraggianti sui NFP soprattutto sul fronte salari che a questo punto iniziano mettere pressione alla Banca centrale per tenere il ritmo di ritocchi alto anche il prossimo anno, malgrado l'outlook sull'economia presenti incertezze.

Tornando in Europa, l'attenzione rimane rivolta sia alla Brexit dopo le indiscrezioni sull'accordo trapelate questa settimana, mentre l'Italia sarà al centro dell'Eurogruppo di oggi.

Intanto dalla Cina continuano ad arrivare dati deludenti, con l'indice PMI servizi che è sceso al ridosso della soglia di 50 punti, livello più basso da settembre 2017.

Sui mercati, gli indici provano a consolidare il rimbalzo della scorsa settimana, sebbene il contesto rimane molto incerto. Il Dax galleggia sopra gli 11.500 punti, al di sotto del quale le vendite verrebbero riproposte, mentre il FTSEMIB continua a testare gli 19.300 punti, lontano dai minimi di 18.400 punti toccati la scorsa ottava.

Lo spread Btp-Bund sosta in area 290 pb, con i rendimenti saliti un po' su tutti i bond dopo i dati sui NFP.
L'euro dollaro rimane sotto 1,14, mentre il petrolio continua a rimanere sotto pressione dopo la partenza delle nuove sanzioni verso l’Iran, che escludono però otto paesi.

Queste informazioni sono state preparate da IG Markets Limited e IG Europe GmbH (di seguito "IG"). Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti. Vi invitiamo a prendere visione della liberatoria completa sulle nostre ricerche non indipendenti e del riassunto trimestrale.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 75% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.