Sviluppare un piano di trading

Il vostro piano di trading

Creare un piano di trading

Il vostro piano di trading è uno strumento che plasmate adattandolo al vostro stile personale di contrattazione. Siete liberi di includere nel piano qualsiasi voce riteniate utile, ma attenendovi alla seguente procedura sarete certi di avere inserito tutti gli elementi essenziali.

Potete utilizzare l'Agenda di trading all'interno di Insight sia per registrare i vostri pensieri e progressi sia per aggiungere note e grafici ogni volta che aprite, chiudete o modificate una posizione. L'Agenda di trading si trova sotto la scheda Conto nella parte superiore di ogni pagina.

1. Conoscete le vostre qualità di trader

Prima di tutto, dovete completare la seguente frase: ‘Voglio essere un trader di successo perché …’

In secondo luogo, dovete valutare onestamente i vostri punti di forza e le vostre debolezze, in specifico riguardo al trading, ma anche relativamente a qualsiasi tratto personale che possa influenzare il vostro modo di operare.

2. Definite e comprendete i vostri obiettivi di trading

La definizione degli obiettivi di trading è uno dei passi più importanti nello sviluppo di un piano di trading. È anche la fase che molte persone trascurano.

Dovete cercare di essere il più specifici possibile, in termini sia di profitto sia di tempistica. Solo definendo e quantificando i vostri obiettivi sarete in grado di valutare in che misura li avete realizzati.

Molti piani di trading suggeriscono di identificare gli obiettivi su base giornaliera, settimanale, mensile, semestrale, annuale o nell'arco della propria vita.

Potrebbe sembrarvi sciocco o impossibile definire degli obiettivi di trading giornalieri oppure inutile fissare un obiettivo da perseguire nell'arco di una vita. Ma, più del risultato effettivo, è il pensiero che sottende tali obiettivi ad essere importante e vantaggioso.

 
 

3. Decidete a quali tipologie di trading siete interessati

Avete a disposizione diverse opzioni di trading sui mercati finanziari. Alcune persone preferiscono attenersi a un unico metodo, altri hanno integrato con successo diversi tipi di trading nello stesso piano.

Qualunque strada decidiate di intraprendere, è essenziale che comprendiate le opzioni a vostra disposizione e prendiate la decisione, quale parte integrante del vostro piano di trading, di attenervi a un particolare sistema.

Naturalmente potete modificare il vostro piano di trading man mano che le vostre capacità di trader aumentano, ma ciò che dovete evitare è di tentare un nuovo tipo di trading per capriccio, senza cercare di capire se è adatto al vostro stile operativo.

4. Identificate i vostri mercati e tempi di trading

Oltre a sapere a quali tipi di trading siete interessati, dovreste anche identificare i mercati più adatti a voi.

Una prima considerazione è il vostro livello di preparazione su particolari mercati (azioni, materie prime, indici, valute estere) e sui fattori che li guidano. Più sapete, e più siete interessati all'argomento, più farete attenzione.

Allo stesso modo, dovreste considerare gli orari di apertura di questi mercati e valutare la vostra capacità di offrire loro un'adeguata attenzione durante le ore di contrattazione.

5. Stabilite il vostro sistema personale di trading

Un sistema di trading applicherà una serie di regole per trasformare il trading in un processo pressoché automatico. Dovrete decidere se preferite un trading meccanico, dove scegliete un sistema di trading e lasciate che questo guidi tutte le vostre decisioni, o discrezionale, dove prendete delle decisioni caso per caso.

Se decidete di usare un sistema di trading, questo deve includere:

Configurazioni - le condizioni che cercate in un mercato e che secondo voi possono offrirvi un'elevata probabilità di successo. Può essere utile avere una chiara idea delle configurazioni sulle quali vi piace operare – come per esempio seguire i massimi, i minimi o le medie.

Punti trigger - i momenti precisi in cui volete negozionare – come il momento in cui un mercato si muove verso un nuovo massimo o minimo.

6. Sapere quanto siete disposti a rischiare

La gestione del rischio è l'aspetto più importante di un piano di trading. Le tecniche per la gestione del rischio sono trattate nella sezione Gestione del rischio, ma svolgono sicuramente un ruolo importante in ogni piano di trading. 

Dal punto di vista del piano di trading, è importante considerare il denaro e le regole di gestione del rischio, definirle per adattarle al vostro stile di trading e attenersi ad esse a prescindere dalle condizioni di negoziazione.

Sarebbe opportuno porsi le seguenti domande:

Quale percentuale del mio conto sono pronto a rischiare in ogni contrattazione?
Quante posizioni sono pronto a gestire contemporaneamente?
Qual è la massima esposizione del conto che sono pronto ad accettare?

7. Decidete come volete gestire le vostre posizioni aperte

Questo aspetto del piano di trading riguarda la gestione delle posizioni aperte. Questa è la situazione in cui siete più esposti alle reazioni emotive – vedete il mercato scendere e volete ridurre le perdite, oppure il mercato è bloccato e avete la tentazione di tenere la posizione ancora più a lungo.

In queste situazioni emotivamente cariche è essenziale disporre già di una strategia cui fare appello. 

8. Pianificate l'archiviazione dei dati riguardanti il vostro trading

È sorprendente quanto spesso le persone trascurino questo aspetto del piano di trading, considerando soprattutto che può rappresentare un validissimo strumento di apprendimento. L'aggiornamento regolare del documento contenente tutte le vostre precedenti transazioni, inclusi i dettagli che ne hanno o meno sancito il successo, può essere un valido insegnamento per il futuro.

Un semplice foglio elettronico è l'unico registro che dovete tenere, ma una sezione commenti è molto utile. Includete tutto, dalla facilità con cui vi siete attenuti alla vostra strategia, e cosa ha funzionato e cosa no, a ciò che avete provato in un determinato giorno o ora.

Sarete piacevolmente sorpresi da quanto sia semplice identificare i trend di successo e ripeterli in futuro.

9. Testate il vostro sistema

Potete testare il sistema da voi scelto raffrontandolo con dati storici, per stabilire se avrebbe retto ai recenti movimenti del mercato. Potete farlo manualmente oppure scegliere uno dei tanti sistemi approntati da certi provider di servizi finanziari.

Un'altra opzione di prova, offerta da alcuni provider di servizi finanziari, è il conto demo. In base al broker e ai vostri strumenti di trading preferiti, potete configurare un conto con fondi immaginari e implementare la vostra strategia di trading per un limitato periodo di tempo, per testarne la fattibilità.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.