Margin call, se lo conosci puoi evitarlo

Margin Call: di che si tratta

Prima di leggere questa parte ti consiglio, se ancora non lo hai fatto, di leggere il mio articolo sul funzionamento della leva e del margine.

Vediamo ora cosa si intende per Margin Call, traducibile letteralmente con 'chiamata a margine', un termine molto, molto antipatico per tutti i trader (anche quelli più esperti). La Margin Call infatti è strettamente collegata alla possibilità che il nostro broker chiuda una o più posizioni aperte sul nostro conto trading nel caso in cui la perdita sia tale da far risultare i fondi depositati insufficienti a coprire il margine di garanzia.

La Margin Call è strettamente connessa all’utilizzo sconsiderato della leva finanziaria. Come ho già avuto modo di mettere in evidenza nell’articolo sopra ricordato, la leva presenta alcuni aspetti critici se utilizzata in modo sconsiderato, ma può diventare un ottimo alleato del trader che sappia come sfruttare al meglio le opportunità offerte da questo strumento.

Tramite la leva finanziaria, come abbiamo già visto, possiamo investire in un controvalore molto più grande di quello che effettivamente il broker trattiene dal nostro conto a garanzia del trade, il c.d. margine di garanzia.

La leva finanziaria, in pratica, moltiplica il nostro capitale consentendoci di eseguire operazioni che, altrimenti, non sarebbero alla nostra portata. Il fattore di 'moltiplica' è espresso con un rapporto (ad es. 1:100) che ci rende l’idea, in modo immediato, di quale sia il controvalore sul quale possiamo investire con la somma trattenuta a margine. Con leva 1:100, ad esempio, possiamo effettuare un investimento di €100.000 impiegando un margine di soli 1000 euro.

Questa possibilità porta molti trader inesperti a pensare che si possa fare trading utilizzando un piccolo capitale iniziale che, grazie alla leva, può essere facilmente moltiplicato per fare subito soldi a palate.

La verità è che, così come la leva consente di moltiplicare il capitale, allo stesso modo agisce sui risultati dell’operazione, amplificando sia i profitti che, purtroppo, le perdite.

Così, se ho utilizzato una leva 1:100 e ho investito in un controvalore di 100.000 euro, con un margine di garanzia di 1000 euro, e tralasciando l’aspetto dei guadagni che ovviamente non comporta alcun tipo di problema (fino a che si guadagna tutto va bene) se ipotizziamo una perdita dell’1% sul controvalore su cui abbiamo investito, questa si tradurrà inevitabilmente nella perdita di tutto il margine impiegato.

La matematica non è un’opinione. Infatti 100.000 x 1% = 1.000 euro.

Questo significa che l’intero margine che ho impiegato nell'operazione viene bruciato in un singolo trade. E, se voglio mantenere aperta la posizione, devo sempre avere una liquidità sul conto sufficiente a non intaccare il margine di garanzia.

Quando questa liquidità non è più sufficiente il broker ci avvisa che il saldo del nostro conto di trading non consente il mantenimento del margine di garanzia. A quel punto abbiamo due possibilità: o effettuiamo un nuovo versamento; oppure chiudiamo la posizione aperta (o in ipotesi, altre posizioni che abbiamo aperto sullo stesso conto, in modo da liberare liquidità). Se non lo facciamo, il broker è autorizzato a chiudere d’ufficio la posizione, o comunque a ridurla (laddove sia possibile e compatibilmente con le condizioni di negoziazione) in modo da riportare la normalità sul nostro conto trading.

Quindi abbiamo già capito che, a prescindere dal margine impiegato per l’operazione, sul conto dobbiamo sempre avere liquidità sufficiente per coprire quello che abbiamo pensato essere il nostro livello di stop loss, cioè la perdita massima preventivata per l’operazione che abbiamo aperto. E, per converso, dovremmo anche avere capito quanto sia importante prevedere un livello di stop loss nella nostra operatività

Facciamo un esempio. Ho 1.300,00 euro sul conto e apro una posizione per la quale è necessario un margine di garanzia di 1000 euro. In questo caso non devo (e non posso) avere uno stop loss che superi i 300 euro perché nel momento in cui l’operazione aperta va ad erodere quei 300 euro andrei potenzialmente ad intaccare il margine di garanzia e non potrei più mantenere aperta la posizione. Incapperei in quello che in gergo viene definito 'margin call' cioè chiamata a margine.

Questo è il motivo per cui non dobbiamo mai esagerare nell’utilizzo della leva offerta dal broker. Alcuni potrebbero obiettare che è impossibile 'dosare' la leva, perché questa è fissa e non opzionabile dal trader. Ma non è così, i modi per dosare questa leva esistono e ne parleremo in un prossimo articolo dove parleremo dell’utilizzo corretto della leva finanziaria.

Partecipa ai nostri webinar

Vai al calendario e scegli l'argomento che ti interessa approfondire insieme ai nostri esperti, tra cui Bruno Moltrasio.

Cosa aspetti? Apri un conto

Aprire un conto è totalmente gratuito e in pochi minuti sarai pronto a fare trading.

Contattaci

Siamo disponibili dal lunedì al venerdì, dalle 09:00 alle 19:00 (CET) al numero verde:

800 897 582

In alternativa puoi scriverci all'indirizzo email italiandesk@ig.com

Conto demo

Esplora la nostra piattaforma di trading pluripremiata, attraverso il nostro conto demo gratuito.