Introduzione ai mercati finanziari

Lezione 1 di 10

Che cos'è il trading finanziario?

Introduzione

Il primo approccio con il mondo del trading potrebbe disorientarti. Spesso si utilizza un linguaggio molto tecnico: alcuni termini sono abbastanza riconoscibili, come ad esempio tasso di interesse, broker, materie prime o dividendo, mentre altri potrebbero risultare del tutto sconosciuti, ad esempio long strangle, margine operativo lordo (EBITDA) o Ichimoku Cloud.

Tuttavia, al di là di tutta questa terminologia, il principio alla base del trading finanziario è uno solo e consiste nel prevedere se il prezzo di un bene aumenterà o diminuirà. Se la previsione si rivela corretta potremo ottenere un profitto, altrimenti incorreremo in perdite.

Ed è a questo punto che entriamo in gioco noi: l’obiettivo di IG Academy è guidarti alla scoperta dei principi fondamentali che regolano il trading finanziario. Quante più informazioni avrai a disposizione, minori saranno i rischi di commettere costosi errori, e noi ci proponiamo di fornirti tutte le conoscenze necessarie per poter prendere decisioni consapevoli nell’ambito di questa attività.

Illustreremo le nozioni di base relative al tipo di beni, ai luoghi e alle modalità esistenti per fare trading. Ti insegneremo come cercare opportunità di trading, analizzeremo le modalità di gestione del rischio e approfondiremo le tecniche che hanno permesso ai professionisti del settore di diventare dei trader di successo. E non è finita qui, oltre a questo imparerai un sacco di altre cose.

Prima di iniziare però rispondiamo alla domanda fondamentale: qual è la definizione di trading finanziario?

Che cos’è esattamente?

Per dirla nel modo più semplice possibile, il trading finanziario consiste nella compravendita di strumenti finanziari. Questi strumenti si suddividono in diverse tipologie, ma tra le categorie principali troviamo le seguenti:

  • Azioni: singole quote della proprietà di una società, ad esempio di Apple, Google o HSBC
  • Indici: media ponderata del valore di un paniere di titoli, come DAX30, FTSEMib, Dow Jones 30. Ad esempio DAX30 rappresenta con un solo numero il valore dei 30 titoli che lo compongono
  • Forex: valute globali, compresi sterlina, dollaro, euro
  • Materie prime (commodity):  può trattarsi di asset fisici, materie prime e prodotti agricoli. Ad esempio l’oro, il petrolio o il mais

Spesso i privati e le società negoziano strumenti finanziari perché necessitano di tali asset per uso personale o per la propria attività: ad esempio se si volesse viaggiare dall’Europa agli Stati Uniti si avrebbe la necessità di cambiare euro in dollari. Eseguendo questa transazione si sta operando all’interno del mercato forex.

 

Ecco un altro esempio: un produttore di laptop ha bisogno di ordinare una consistente spedizione di alluminio per la fabbricazione dei componenti dei propri computer. Acquistando tale metallo l’azienda in questione opererà all’interno del mercato delle materie prime.

Nella maggior parte dei casi comunque gli operatori finanziari non hanno davvero bisogno di possedere gli asset oggetto di negoziazione. In realtà il loro scopo è quello di ricavare un profitto dalle variazioni di prezzo di questi ultimi, ad esempio acquistandoli a un prezzo basso e rivendendoli successivamente a un prezzo elevato.

Che cosa sono i mercati finanziari?

I mercati finanziari sono i luoghi in cui avvengono le negoziazioni tra acquirenti e venditori, come in qualsiasi tipologia di mercato. In molti casi si tratta di luoghi fisici nei quali i trader si incontrano per scambiare un certo tipo di asset. Eccone alcuni:

  • Azioni alla Borsa di Londra (LSE)
  • Materie prime al Chicago Mercantile Exchange (CME)

Ma potrebbe anche trattarsi di sistemi elettronici, come ad esempio:

  • Il listino di borsa del NASDAQ
  • Il mercato forex (essenzialmente una rete di colossi bancari e fornitori di valuta)

Durante questo corso avremo modo di analizzare in maniera più approfondita i diversi tipi di mercati.

Dal momento che acquirenti e venditori si trovano tutti nello stesso luogo (fisicamente, elettronicamente o in entrambe le modalità), i mercati finanziari permettono ai trader di scambiare asset in maniera rapida e semplice.

Tali mercati di norma sono regolati in modo molto severo, il che riduce il rischio di attività illegali e fraudolente. Se ad esempio si volesse acquistare del cotone su una borsa merci regolamentata, si potrebbe farlo senza dover condurre indagini preliminari e con la certezza che il prodotto sia stato sottoposto a una serie di controlli qualità preventivi.

Lo sapevi?

Anche se esistono svariati mercati finanziari, nel linguaggio comune con l’espressione “il mercato” ci si riferisce al valore di titoli e azioni.
Se il mercato è “in rialzo”, significa che l'andamento delle azioni è positivo. Questo perché il trading sulle azioni è la modalità di operare sui mercati finanziari più conosciuta.

Riepilogo della lezione

  • Il trading finanziario consiste nella compravendita di strumenti finanziari
  • Esistono diversi tipi di asset finanziari, tra cui le azioni, gli indici, il forex e le materie prime
  • Nella maggior parte dei casi gli operatori finanziari non hanno una necessità reale di possedere gli asset, ma negoziano per ricavare un profitto
  • I mercati finanziari sono i luoghi di negoziazione tra acquirenti e venditori
  • I mercati sono regolamentati allo scopo di ridurre le frodi, mantenere bassi i costi delle transazioni e potenziarne l’efficienza
Lezione completata