Analisi fondamentale

Lezione 1 di 8

Che cos'è l'analisi fondamentale

L'analisi fondamentale si basa sul principio che ogni asset ha un effettivo valore reale o fair value. Tuttavia, in alcune situazioni, ad esempio quando i trader non hanno ancora preso in considerazione nuovi fattori che influenzano il valore di quell'asset, il mercato non necessariamente riflette il suo vero valore. Il risultato è che il prezzo risulta essere più alto o più basso dell'effettivo valore dell'asset.

Se riesci ad identificare quando un asset viene scambiato a un prezzo che differisce dal suo reale valore, puoi aver un'opportunità di profitto.

Questo perché, in tali circostanze, gli analisti fondamentali giudicano che il prezzo tenderà a 'correggersi' in maniera naturale nel tempo, gravitando attorno al suo reale fair value. Lo scopo di un'analisi fondamentale è scoprire asset che sono al momento sovrastimati o sottostimati, quindi aprire una posizione per capitalizzare i movimenti potenziali man mano che il valore si avvicina a quello effettivo.

Per capire come funziona il meccanismo, immaginiamo di aver trovato una casa molto interessante in vendita in una zona periferica e malmessa. Supponiamo che, dopo aver effettuato alcune ricerche, scopri che il distretto sarà presto totalmente ristrutturato, cosa che potrebbe offrire la possibilità di comprare la proprietà in questione a un basso prezzo e trarre beneficio in seguito quando gli acquirenti cominceranno a riconoscere il valore dell'area, facendo lievitare i prezzi.

Un esperto di analisi fondamentale potrebbe in teoria fare qualcosa di simile, acquistando un asset finanziario che possiede un potenziale nascosto, in particolare azioni di un'azienda, che sono poi l'argomento su cui naturalmente concentreremo la nostra attenzione.

Che differenza c'è con l'analisi tecnica?

Benché sia l'analisi tecnica che quella fondamentale utilizzino informazioni disponibili al momento per capire come il mercato si evolverà in futuro, ricorrono a metodologie differenti per farlo.

Quando conduci un'analisi tecnica, ti concentri esclusivamente su dati e movimenti di prezzo, alla ricerca di tendenze e modelli passati che possano indicare il probabile andamento futuro del mercato. D'altro canto, nell'analisi fondamentale, si assume una visione più olistica, prendendo in considerazione tutte le circostanze del mercato. È possibile valutare in generale la salute e il benessere di:

  • Un'intera economia
  • Settori all'interno di quell'economia
  • Aziende individuali che costituiscono un settore 

Ciò può consistere anche nell'analizzare varie tipologie di fattori: dal tasso d'occupazione o dalla produzione industriale di un intero paese, ai rendiconti finanziari e di spesa di una singola azienda. L'analisi fondamentale viene spesso considerata più rigorosa e completa di quella tecnica poiché studia e prende in considerazione non solo i dati relativi ai prezzi del mercato e all'andamento dei grafici, ma anche tutto ciò che può incidere sul valore di un asset.

In pratica, nonostante alcuni si schierino a favore di uno o dell'altro tipo di analisi, è consigliabile combinare elementi delle due diverse analisi, per un'idea più accurata e completa del possibile andamento dei mercati.

Riepilogo della lezione

  • L'analisi fondamentale si basa sul principio che ogni asset ha un effettivo valore reale o fair value, attorno al quale il prezzo gravita in maniera naturale
  • Gli analisti puntano a individuare asset che sono al momento sottostimati o sovrastimati, operando sui mercati in modo da trarre profitto dai loro potenziali movimenti
  • A differenza dell'analisi tecnica, l'analisi fondamentale assume una visione olistica delle circostanze in cui si muove un mercato
Lezione completata