Come funziona il trading?

Lezione 1 di 6

Chi partecipa al mondo del trading

L’attività di trading implica l’interazione con diversi attori ed enti, alcuni dei quali sono necessari per avere accesso ai mercati.

In questa sezione illustreremo chi sono i ‘partecipanti del mercato’, i loro ruoli e obiettivi ma soprattutto come sono legati all’attività di trading.

Trader individuali

Anche noti come ‘trader retail’ o ‘investitori retail’, di norma si tratta di individui privati che operano nella compravendita di strumenti finanziari utilizzando un conto personale, senza agire per conto di un’organizzazione. Anche tu probabilmente sei un trader individuale.

Questi attori in genere negoziano su volumi relativamente ridotti e fanno trading come attività secondaria.

Alcuni di loro però acquisiscono competenze semi-professionali ed utilizzano tecnologie e strategie avanzate lavorando da casa.

Come trader individuale puoi avere accesso a moltissimi mercati finanziari e fare trading in molti modi a seconda delle tue preferenze.

Supponiamo che tu decida di acquistare delle azioni. Agiresti nella prospettiva di una crescita a lungo termine, mettendo in conto l’eventualità che nel tempo si verifichino fluttuazioni nel valore delle azioni, oppure punteresti a ottenere rapidamente un profitto giocando sui movimenti dei prezzi a breve termine e senza considerare le tendenze sul lungo periodo?

Se agisci nell'ottica di sfruttare una crescita a lungo termine sei un ‘investitore’; se invece il tuo obiettivo è ricavare rapidamente un profitto sei un ‘trader’.

Gli investitori sono interessati alle tendenze complessive dei prezzi e al valore intrinseco degli asset su cui decidono di negoziare mentre i trader preferiscono speculare sulla volatilità del mercato e sulle sue reazioni a eventi esterni.

Broker

I trader individuali non possono accedere fisicamente al mercato di borsa per negoziare azioni in modo diretto.

Di solito devono rivolgersi ad un intermediario autorizzato o a un broker che esegua le operazioni di compravendita sul mercato azionario (o su altri mercati finanziari) in loro vece. A questo punto potrebbe venirti in mente l’immagine di un elegante uomo d’affari in giacca e cravatta, ma in realtà si tratta quasi sempre di società che gestiscono piattaforme di trading online.

I broker possono essere sia singoli individui che vere e proprie aziende e generalmente offrono i seguenti servizi:

  • Gestione – gestiscono attivamente gli investimenti dei clienti e offrono una consulenza personalizzata
  • Consulenza – offrono suggerimenti ma lasciano al cliente la decisione finale
  • Servizio esecutivo –  si limitano a eseguire le istruzioni di trading del cliente su richiesta

Ovviamente la commissione del broker dipende dal livello di complessità del servizio desiderato.

Oltre a rappresentare i propri clienti e ad eseguirne i trade, alcuni broker operano sul mercato anche per contro proprio e in questo caso sono chiamati operatori indipendenti (broker-dealer).

Domanda

Qual è il tipo di broker più adatto a un trader alle prime armi?
  • a Gestione
  • b Consulenza
  • c Servizio esecutivo
  • d Uno qualsiasi di questi servizi

Corretto

Sbagliato

La scelta dipende dalle proprie competenze, conoscenze e inclinazioni ed è quindi totalmente individuale. Il broker che offre il servizio di 'gestione' è in grado di guidare il trader principiante nella scelta delle operazioni di trading potenzialmente più redditizie, ma il costo del servizio non è trascurabile. Il servizio di 'consulenza' offre assistenza a un costo meno elevato , ma la responsabilità delle scelte relative al portafoglio di investimento spetta al cliente finale. Un broker che offre un servizio di 'execution-only' potrebbe quindi rivelarsi l’opzione migliore per i trader disposti a seguire questa attività con un certo impegno e in grado di prendere decisioni autonomamente. Tieni presente che esistono comunque dei costi associati ai servizi di trading di execution-only , come ad esempio spread, commissioni e spese di finanziamento.
Mostra la risposta

Trading sulla borsa versus OTC

Supponiamo che tu voglia negoziare azioni di una società dell’indice FTSE 100. Dato che la società è quotata su un mercato istituzionalizzato, in questo caso quello di Londra, farete trading azionario ‘in borsa’ tramite un intermediario.

La borsa valori ha una sede fisica centrale, spesso situata in un edificio rappresentativo, nella quale broker e trader si incontrano per le negoziazioni di compravendita. La maggior parte dei marker maker esegue transazioni elettronicamente da remoto, anche se alcuni trade possono essere conclusi fisicamente sulla piazza di contrattazione.

Le negoziazioni di strumenti non quotati in borsa (ad esempio coppie di valute o titoli non quotati) avvengono invece mediante l’intervento di operatori indipendenti che forniscono questo servizio all’interno del mercato 'over-the-counter' (OTC).

I mercati OTC non hanno una sede centrale fisica.

I mercati OTC funzionano come reti virtuali in cui i partecipanti fanno trading telefonicamente o per via elettronica.

Su questi mercati i trader decidono liberamente i prezzi e le transazioni possono avvenire anche privatamente, ovvero senza che il prezzo del trade sia visibile agli altri partecipanti del mercato.

Domanda

Come avvengono le negoziazioni sui seguenti mercati?

Titoli di stato (gilt)
  • a OTC
  • b Borsa valori

Corretto

Sbagliato

Per i titoli di stato non esistono mercati borsistici centralizzati.
Mostra la risposta

Domanda

Come avvengono le negoziazioni sui seguenti mercati?

Azioni quotate alla Borsa di New York (NYSE)
  • a OTC
  • b Borsa valori

Corretto

Sbagliato

La Borsa di New York è un mercato borsistico istituzionalizzato.
Mostra la risposta

Domanda

Come avvengono le negoziazioni sui seguenti mercati?

Sterline contro dollari (GBP/USD)
  • a OTC
  • b Borsa valori

Corretto

Sbagliato

Le valute sono negoziate tra gli istituti bancari globali e gli enti finanziari.
Mostra la risposta

Domanda

Come avvengono le negoziazioni sui seguenti mercati?

Futures su Crude oil
  • a OTC
  • b Borsa valori

Corretto

Sbagliato

Le materie prime sono negoziate su mercati borsistici quali il New York Mercantile Exchange (NYMEX).
Mostra la risposta

Lo sapevi?

In passato per le negoziazioni di borsa era in uso la tecnica di contrattazione alle grida, che si svolgeva in un’area dedicata dell’edificio che ospitava la borsa e veniva chiamata il recinto.
I trader si trasmettevano verbalmente gli ordini di compravendita, spesso letteralmente ‘gridando’ o utilizzando gesti in codice. Un contratto si perfezionava ‘a chiamata’, ovvero quando il trader che gridava il prezzo al quale era disposto a vendere trovava una controparte che accettasse l’acquisto per il valore proposto.
Questa tecnica è stata quasi totalmente soppiantata dai sistemi di trading elettronico, anche se viene ancora utilizzata su alcune piazze borsistiche come il New York Mercantile Exchange e il London Metal Exchange.
Il trading elettronico è certamente più veloce ed efficiente, ma secondo alcuni con la tecnica di contrattazione alle grida i trader riescono spesso a strappare prezzi migliori.

Riepilogo della lezione

  • I trader individuali sono individui privati che operano nella compravendita di strumenti finanziari utilizzando un conto personale
  • I broker sono intermediari autorizzati che eseguono le transazioni di trading per conto dei trader individuali e opzionalmente forniscono consulenza
  • La borsa valori è la sede fisica centrale nella quale broker e trader si incontrano per le negoziazioni di compravendita
  • I mercati OTC funzionano come reti virtuali di operatori indipendenti (broker-dealer)
Lezione completata