Come funziona il trading?

Lezione 4 di 6

Importanza dello spread per i trader

Il trader cerca di comprare o vendere con lo spread più basso possibile, ovvero nel momento in cui prezzo denaro e prezzo lettera si avvicinano di più. Cerchiamo di capire il perché.

Supponiamo di acquistare l’asset del grafico qui sotto al prezzo lettera di 1,2873.

Se lo rivendessimo immediatamente lo faremmo al prezzo di 1,2872. Questo significa che il mercato deve essere in rialzo di un punto (ovvero avere un aumento pari al valore dello spread) per raggiungere il punto di pareggio del trade.

Se il prezzo denaro supera il prezzo al quale abbiamo acquistato l’asset, siamo sulla buona strada per ricavare un profitto. In questo esempio il prezzo denaro aumenta da 1,2872 a 1,2875 (ovvero di tre punti), quindi il nostro guadagno si basa su una variazione di due punti.

Quanto più ridotto è il valore dello spread denaro-lettera, tanto maggiore sarà la velocità con cui potremo ottenere un profitto dai movimenti favorevoli del mercato.

Fattori che influenzano lo spread

Il fattore chiave che determina il valore dello spread è la liquidità dell’asset, ovvero la facilità con cui può essere negoziato sul mercato.

In generale il valore dello spread si riduce in maniera proporzionale al volume delle negoziazioni dell’asset.

Questo perché se aumentano i trader interessati all’asset aumenta anche il volume degli ordini di compravendita, e con esso la possibilità di convergenza tra il minor prezzo di vendita e il maggior prezzo di acquisto possibile.

Naturalmente un altro fattore che influisce sullo spread è il valore delle commissioni che include. Se il mercato è illiquido in genere questo valore aumenta a copertura del market maker nel caso in cui non trovasse immediatamente una controparte per i trade, e infatti questo è un altro motivo per cui la liquidità del mercato riduce il valore dello spread.

Domanda

Quale di questi asset avrà tendenzialmente gli spread più elevati?
  • a Una coppia major
  • b Un titolo poco conosciuto

Corretto

Sbagliato

Il forex è il mercato a maggiore liquidità a livello globale, pertanto gli spread sulle coppie major sono in genere molto ridotti. D’altra parte per un titolo come quello descritto nell’esempio la frequenza e i volumi di negoziazione sono tendenzialmente molto contenuti, il che si traduce in uno spread alto.
Mostra la risposta

Prezzi sui mercati OTC

Infine è importante sottolineare che nei mercati OTC come il forex, nei quali non è necessario negoziare attraverso una borsa centralizzata, per ciascun asset sono contemporaneamente disponibili più prezzi denaro e lettera.

Se hai dovuto acquistare valuta, ad esempio per un viaggio all’estero, forse avrai già avuto modo di notare questa caratteristica: sui tabelloni di molti uffici di cambio sono infatti disponibili più cambi.

Quindi se ad esempio vuoi negoziare la coppia GBP/USD, puoi scegliere tra diversi trader del mercato forex per trovare la quotazione migliore. In questo caso si tratta di una negoziazione di asset diversa da quella che avviene per le azioni quotate su una borsa valori: queste ultime infatti sono disponibili con quotazioni omogenee dato che l’unica differenza di costo dipende dalle commissioni applicate dai vari intermediari.

La competizione tra i vari trader OTC contribuisce ad abbassare i prezzi a vantaggio dei trader.

Riepilogo della lezione

  • Quanto più ridotto è il valore dello spread, tanto maggiori saranno le possibilità di ottenere un profitto dai movimenti favorevoli del mercato
  • Lo spread è influenzato dalla liquidità dell’asset e dal valore di eventuali commissioni di negoziazione
  • Nei mercati OTC sono disponibili più prezzi, il che consente di scegliere tra diversi operatori per trovare la quotazione migliore
Lezione completata