Errori comuni dei trader

Pronto per mettere la teoria in pratica?

Apri un conto Prova la demo
Replay Video

Ci sono diversi errori comuni che puoi evitare per migliorare la tua attività di trading. Ricorda questi cinque errori comuni prima di inserire un ordine e cerca di non agire d’impulso.

Dipendenza da software

Analisi tecnica, sistemi di grafici avanzati, algoritmi automatizzati: tutto quello che ti serve per aiutare il tuo trading. Ma seguire ciecamente quello che ti indicano i software non è sempre un bene. Devi ricordare che sono solo strumenti di supporto, non strategie sicure. E’ importante capire i concetti che stanno dietro ai trend e ai pattern, prima di inserire un ordine. 

Tempismo

Non è una scienza esatta, ma i trader con poca esperienza agiscono spesso al momento sbagliato. Puoi migliorare il tuo tempismo in più modi:

  • tenendo un diario dettagliato per registrare la tua attività e vedere errori precedenti:
  • utilizzando i grafici per prevedere gli scenari;
  • attenendoti a una strategia di trading ben definita per non agire d’impulso.

Non sapere quando chiudere una posizione

Potresti pensare che il mercato non scenderà ulteriormente, eppure pensare di poter trasformare le perdite in profitti è delle convinzioni più pericolose. Sapere quando chiudere la posizione se si è in perdita è un’abilità importante per un trader. Consulta il tuo diario di trading, attieniti alla tua strategia e decidi quanto sei disposto a perdere prima di operare. Poi, inserisci gli stop loss per essere sicuro che la posizione venga chiusa nel momento da te scelto.

Euforia eccessiva alle vendite

Quando si tratta di trading, l’aver guadagnato una volta non significa che non perderai mai. L’euforia che comporta una vincita potrebbe provocare un entusiasmo che influenza negativamente il trading. Ma non bisognerebbe mai lasciare che le emozioni offuschino la ragione. Meglio attenersi alla propria strategia di trading e aprire una posizione solo se previsto da essa.

Non tenere a mente il rapporto rischio/rendimento

I trader con più esperienza sanno cosa c’è in gioco. Per sapere il rapporto tra rischio e rendimento per ogni operazione, basta paragonare il capitale che si è disposti a perdere con il potenziale profitto. Per esempio, se sei pronto a rischiare €200 ma puoi vincere massimo €400, il rapporto rischio-rendimento è di 1:2.
Il rapporto migliore è chiaramente quello che scegli tu in base alla tua propensione al rischio, anche se generalmente i trader con meno esperienza dovrebbero cercare operazioni a rischio limitato con possibilità di alti profitti.

Torna a 'Scuola di trading'