Come scegliere un mercato per fare trading

Pronto per mettere la teoria in pratica?

Apri un conto Prova la demo
Replay Video

I mercati finanziari offrono un mondo di opportunità. Con IG hai oltre diecimila mercati da scegliere. Come restringere la ricerca? 

Scegli un asset

Ci sono quattro tipi di asset principali: azioni quotate sulle borse mondiali, indici azionari (che rappresentano i principali titoli di una borsa o di un settore), forex (il valore di una valuta rispetto ad un’altra, ad esempio l’euro contro il dollaro o la sterlina contro lo yen) e materie prime (come l’oro, il rame e il petrolio). Valuta cosa ti interessa e quali conoscenze hai su quel particolare strumento.
Ipotizziamo di fare trading sull’oro. Hai idea di quali fattori e eventi possono modificare le quotazioni del metallo prezioso? Se non lo sai, fai le tue ricerche. Trova informazioni affidabili, guarda ai grafici, alle analisi, all’andamento passato. Cerca di capire il sentiment del mercato, provando a prevedere i prossimi movimenti. 

Controlla gli orari di negoziazione

Devi controllare gli orari di apertura del mercato e se questi si possono adattare agli orari e al tuo stile di vita. Le azioni e le commodities sono scambiate in borse che hanno orari prestabiliti. Per esempio, la borsa di Milano apre alle 9:00 e chiude alle 17:30. In questi orari siete liberi di fare trading? I mercati valutari (il forex) invece sono sempre aperti per le contrattazioni. 
Puoi fare trading su un mercato sempre attivo e liquido dove le quotazioni si muovono ad ogni ora.

Considera il rischio

Osserva attentamente la volatilità di un mercato ovvero di quanto si muovono i prezzi in una sessione. Sei a tuo agio con tali oscillazioni?  Alcuni mercati reagiscono fortemente dopo certi eventi, come, ad esempio, la pubblicazione delle cifre macroeconomiche. 
Ipotizziamo che vuoi fare trading sull’indice statunitense Dow Jones, devi essere consapevole di tutti gli eventi importanti che possano influenzarne l’andamento (ad esempio i dati sul mondo del lavoro) e potresti avere intenzione di capitalizzare la volatilità sul Dow Jones dopo la pubblicazione dei dati o potresti decidere di evitare i rischi.

Controlla i costi del trading

Controlla quali sono le commissioni e lo spread che il tuo broker applica e accertati che le dimensioni minime di trade possano andarti bene. Se fai trading utilizzando gli strumenti a leva come i CFD, il costo di negoziazione è normalmente basso e potenzialmente può portare a profitti notevoli.

Ma ricorda che puoi perdere più dei fondi che hai sul conto e più alta la leva, maggiori saranno i rischi. Quindi è molto importante che utilizzi strumenti di gestione del rischio, come gli stop loss.

Torna a 'Scuola di trading'