Che cosa sono i bitcoin?

Pronto per mettere la teoria in pratica?

Apri un conto Prova la demo
Replay Video

Il bitcoin è stato creato nel 2009. Il suo inventore è noto con lo pseudonimo Satoshi Nakamoto. Non ci sono banche coinvolte, ne' intermediari, ne' commissioni di transazione

I bitcoin non sono legati ad alcun paese e non sono soggetti a particolari restrizioni governative permettendo quindi una maggiore facilità nei pagamenti internazionali.

Sono conservati in un portafoglio digitale - che esiste nel cloud o in un personal computer.

Nonostante non esista un'autorità centrale, è comunque un servizio finanziario legittimo.

Ma da dove arrivano i bitcoin?

I bitcoin sono generati da un processo chiamato “mining”. La scoperta di nuovi bitcoin è, infatti, come trovare l'oro. Tuttavia invece di scavare nelle miniere per trovare i bitcoin; sono dei computer potenti che per risolvere complessi algoritmi generano una serie di numeri unici e quei numeri formano i bitcoin.

Quando il primo algoritmo è stato creato, è stato fissato un limite ai bitcoin ovvero 21 milioni. Ci sono attualmente più di 14 milioni di bitcoin in circolazione, il che significa che ci sono almeno 7 milioni di bitcoin ancora da scoprire.

Il prezzo dei bitcoin ha evidenziato variazioni molto significative. A fine 2013 il valore di 1 bitcoin è salito fino a 1200 dollari prima dell’intervento delle autorità cinesi che tramite delle restrizioni hanno portato il valore del bitcoin sotto i 500 dollari a inizio 2014.

Nel 2016 il bitcoin ha evidenziato comunque un rialzo del valore di circa il 60% dai 400 dollari di gennaio ai 650 di fine anno.

Esistono tante opportunità per fare trading sui bitcoin ma assicurati di fare delle ricerche adeguate vista la forte volatilità dello strumento e la sua scarsa liquidità.

Torna a 'Scuola di trading'