Che cos'è la vendita allo scoperto?

Pronto per mettere la teoria in pratica?

Apri un conto Prova la demo
Replay Video

La 'vendita allo scoperto', ovvero ‘andare short’, è il miglior modo di operare quando pensi che il mercato possa scendere. L’obiettivo: vendere sui massimi per poi comprare sui minimi. Ma come puoi vendere qualcosa che non possiedi realmente?

Esempio

Immaginiamo che un’azione ENI sia quotata a €18. Credi che il prezzo possa diminuire e decidi, quindi, di vendere 100 azioni al valore complessivo di €1800. Di fatto, stai prendendo in prestito le azioni dal tuo broker.

Se il prezzo dell’azione effettivamente scende, diciamo a €16, puoi ricomprare tutte le 100 azioni per €1600 e restituirle al broker. La differenza, ovvero €200, sarà il tuo profitto (meno le commissioni).

Se il prezzo dell’azione, invece, sale, diciamo a €20, ricomprare le azioni costerebbe €2000. Questo significherebbe una perdita di €200, più le commissioni. Ricorda che a un certo punto dovrai sempre ricomprare le azioni, in quanto sono in prestito dal broker.

Andare short con i CFD

I derivati come i CFD rendono la vendita allo scoperto il più trasparente possibile. Con i derivati non possiedi realmente il sottostante, per questo la vendita allo scoperto è molto simile ad 'andare long'.

Perchè utilizzare la vendita allo scoperto?

Per ovvie ragioni. Innanzitutto, puoi operare su un mercato quando sta scendendo, perchè le notizie negative e i forti ribassi di prezzo possono diventare opportunità.

Poi, per la copertura: quando apri una posizione che può andare incontro a movimenti avversi per il tuo portafogli, puoi compensare i rischi. Per esempio, se hai posizioni long su diverse aziende del Nikkei 225, puoi utilizzare il CFD per andare short sull’indice Nikkei. Questo potrebbe ridurre l’impatto sul tuo trading, se le azioni giapponesi dovessero iniziare a deprezzarsi.

Uno svantaggio, invece, è che, diversamente dalla posizione long, non c’è un limite alle perdite. Se acquisti un asset pensando che si apprezzerà, il peggior caso che possa capitare è che finisca a zero. Ma quando vai short, l’asset può continuare ad apprezzarsi. Questo significa che è importante utilizzare gli stop per limitare le perdite.

Torna a 'Scuola di trading'