Wall Street vola sulla fiducia e sulla ripresa del mercato immobiliare

Volano gli indici azionari statunitensi dopo i dati macro migliori delle attese rilasciati oggi.

bg_houses_1404863
Source: Bloomberg

Le vendite di nuove abitazioni a maggio sono balzate del 18,6% rispetto al mese precedente, con un ritmo di poco più di 500 mila unità in termini annualizzati. A questi ritmi, l’offerta verrebbe esaurita in soli 4 mesi e mezzo, il valore più basso da quasi un anno. Buone le performance delle regioni del Sud e di quelle occidentali.

Segnali incoraggianti sono arrivati anche dalla fiducia dei consumatori, salita a giugno a quota 85,2 punti da 82,2 punti di maggio. Si tratta del valore più alto dal 2008, che in qualche modo testimonia come la ripresa Usa stia guadagnando terreno dopo la frenata invernale.

Proprio domani sono attesi i dati finali sul Pil del 1° trimestre dell’anno, ma gli investitori potrebbero non dare più peso a queste figure e guardare con più ottimismo agli indicatori prospettici. Per questo motivo il dato principale sarà quello sugli ordini di beni durevoli. Questo dato, insieme ai non farm payrolls, potrebbe convincere la Fed a rivedere il proprio piano di stimoli nel meeting di luglio e alzare il tapering a 15 miliardi di dollari, dai 10 attuali.

Intanto a Wall Street, gli investitori sembrano apprezzare e gli indici hanno aggiornato i nuovi massimi storici. Il Dow Jones IA potrebbe già oggi arrivare al test dei 17 mila punti, livello psicologico importantissimo da cui potrebbe partire qualche segnale di vendita. Anche l’S&P500 ha toccato i nuovi massimi storici, arrivando sino a quota 1.968 punti. Il target psicologico qui rimane a 2 mila punti, livello che potrebbe essere toccato già questa settimana.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.