FtseMib fanalino di coda in Europa

Rimane fanalino di coda il FtseMib dopo un’apertura in deciso calo questa mattina.

bg_italian_stock_exchange_1362026
Fonte: Bloomberg

Sono quasi tutte in territorio positivo invece le altre piazze europee. Piazza Affari negli ultimi giorni sembra aver rotto la correlazione con gli altri indici europei e sembra andare per conto proprio. I recenti dati sull’Italia sono stati un po’ deludenti e il mercato sembra scontare anche un certo rallentamento nel processo di riforme del governo. Sul nostro Paese potrebbe aver pesato un certo deflusso degli investitori esteri in scia anche con il deprezzamento della moneta unica, che in qualche modo pesa sul sentiment degli investitori.

Dal punto di vista tecnico, l’indice italiano negli ultimi giorni ha mostrato una buona tenuta del supporto collocato a 20.400 punti, bottom dell’ultima settimana. Il rimbalzo avviato da quei minimi lo sta proiettando verso quota 21 mila punti, top della scorsa settimana. Il superamento di questo livello permetterebbe all’indice di dirigersi verso la resistenza dinamica dettata dalla trend line rialzista di lungo periodo, perforata a inizio mese e testata la scorsa settimana, ora in transito a 21.200 punti. Solo una perentoria vittoria di questa resistenza alimenterebbe un nuovo flusso di acquisti in grado di portare l’indice verso i massimi di giugno a quota 22.500 punti.

Indicazioni negative arriverebbero con un ritorno verso 20.400 punti, la cui violazione aprirebbe a una discesa repentina verso quota 20.270 punti, bottom di inizio mese e area di transito della media mobile a 200 giorni. Il target successivo rimane sulla soglia psicologica dei 20 mila punti, livello psicologico già testato a maggio. Il cedimento di questo supporto aprirebbe a un’inversione di rotta decisa.

milan

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.