Ftse Mib prova a contenere le perdite, ecco i livelli settimanali

Si allontana dai minimi di seduta l'indice milanese dopo l'apertura delle borse Usa.

bg_italian_stock_exchange_1362026
Fonte: Bloomberg

Dopo un'apertura in rialzo, l'indice ha virato rotta in concomitanza con l'ampliamento delle perdite del comparto bancario, guidate da Banca Monte dei Paschi di Siena. L'indice ha così invertito la rotta, accelerando al ribasso subito dopo il brutto dato sull'indice Ifo sulla fiducia delle imprese tedesche.
Il dato in qualche modo continua a mostrare un deterioramento del quadro macroeconomico tedesco, nonostante la buona lettura arrivata dall'indice PMI la scorsa settimana.
Dal punto di vista tecnico, il Ftse Mib dopo un test alla resistenza di 19.800 punti, ha allungato verso il basso, arrivando a toccare a metà seduta i minimi di mercoledì scorso a 18.900 punti (precedente bottom ad agosto e secondo ritracciamento di Fibonacci nell'ascesa partita a metà mese). Da qui, l'ipervenduto ha fatto scattare una serie di acquisti tecnici.
Il quadro rimane ancora rialzista. La tenuta di 18.900 apre alla realizzazione di un ulteriore segmento rialzista che potrebbe proiettare l'indice verso i 20 mila punti. Le conferme arriverebbero sopra area 19.250 punti e 19.800 punti.
Attenzione al cedimento dei minimi odierni, che potrebbe portare a una estensione della flessione verso 18.650 e 18.400, minimo della scorsa ottava. Solo una perforazione di questo target potrebbe aprire la strada verso i 18 mila punti.
 

Italy 40 Cash (-)

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.