Fiducia a 2000, Dow Jones alza la testa

Gli indici a Wall Street rimbalzano dopo i recenti cali.

bg_wall street new 3
Fonte: Bloomberg

Provano ad allungare il passo gli indici di Wall Street in scia alle ottime indicazioni arrivate dalla fiducia dei consumatori di marzo. Il dato rilasciato dal Conference Board è salito a 125,6 punti, massimi da dicembre 2000, grazie a un contributo positivo sia della parte corrente che di quella prospettica.

Le ottime figure macro hanno spazzato via la recente incertezza dovuta alle politiche di Trump e hanno risvegliato gli acquisti sugli asset più rischiosi, con i rialzi che si sono intensificati anche sulle borse europee.

Sebbene si tratti di letture prospettiche, gli operatori iniziano a scontare un rafforzamento nella crescita dei consumi tra qualche trimestre, idea questa che lascia presagire maggiori utili futuri per le aziende.

Il Dow Jones sta tentando di ritornare verso i livelli di chiusura della scorsa settimana. La resistenza di brevissimo passa per 20.770 punti. Un superamento di tale riferimento potrebbe rilanciare le quotazioni verso 21 mila punti. Da qui il passo verso i massimi storici è breve.

Al ribasso, solo un cedimento di area 20.500 punti potrebbe aprire a una discesa più pericolosa verso i 20.400 punti, miunimi toccati ieri. Il supporto strategico più interessante passa per 19.700 punti, minimi di inizio anno e livello di guardia a difesa di una pericolosa accelerazione ribassista.

Inizia a fare trading

Apri un conto e riceverai i segnali di trading dei nostri esperti.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.