Dax alla prova Zew

Rimane in area 9.600 punti il Dax di Francoforte in una seduta incolore vista l’assenza degli operatori statunitensi per festività. 

Intanto cresce l’attesa tra gli operatori in vista della pubblicazione dell’indice Zew sulla fiducia degli investitori relativa al mese di febbraio.

Le aspettative sono per un certo ridimensionamento della componente prospettica dopo i recenti dati macro poco incoraggianti che sono stati rilasciati in Germania. Nonostante il Pil del 4° trimestre sia risultato migliore delle attese (+0,4% t/t, +1,3 a/a), all’interno la componente sui consumi ha mostrato evidenti segnali di debolezza. Il traino dell'economia continua a essere la componente export e questo rende la prima economia europea particolarmente vulnerabile a eventuali shock esterni. I dati hanno sostanzialmente confermato le prospettive arrivate dalle vendite al dettaglio e dalla produzione industriale di dicembre, rilasciati nelle scorse settimane.

Il Dax, dopo il rimbalzo sui minimi di 9.080 punti, ha dato seguito a un forte recupero. Il superamento di area 9.600 punti apre ora al raggiungimento dei massimi storici a 9.800 punti. Chiave sarà in questo senso la rottura della resistenza a 9.680 punti.

Visti i bassi volumi che hanno caratterizzato questo rimbalzo è probabile che una volta arrivati ai massimi storici, le vendite tornerebbero a predominare. Fasi di debolezza potrebbero portare alla riproposizione del test di 9.600 punti, al di sotto del quale il calo sarebbe marcato verso 9.500-9.480 punti.

Il supporto strategico rimane a 9.220 punti e un cedimento di questo livello proietterebbe l'indice verso i minimi di inizio mese a 9.080 punti.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.