Usd/Brl: ribasso fisiologico dopo una lunga corsa verso l'alto

Il cambio si attesta ora a 3,17 dopo aver toccato un minimo intraday a 3,12

bg_farming_coffee_1274369
Fonte Bloomberg


Nelle ultime sessioni il real brasiliano è riuscito a recuperare un po’ di terreno sul biglietto verde grazie alla decisione dell’agenzia S&P’s di confermare il rating sul debito brasiliano a BBB- (ultimo livello di investment grade). L’agenzia di rating ritiene che il rieletto presidente brasiliano Dilma Rousseff possa portare avanti le riforme necessarie per rilanciare la ripresa economica nel paese e aumentare il clima di fiducia degli investitori. Ricordiamo come la Rousseff (prediletta dell’ex presidente Lula) sia riuscita a spuntarla, a fine ottobre 2014, sulla favorita Marina Silva e sull’outsider di centro-destra Aecio Neves (piazzatosi secondo).

Crediamo che il recupero del real possa essere solamente temporaneo. Non abbiamo molta fiducia nelle capacità della Rousseff di trovare una soluzione definitiva ai molti problemi del paese. Il forte rallentamento della crescita economica spingerebbe per politiche fiscali e monetarie estremamente espansive ma la dilagante inflazione implica strategie monetarie restrittive con continui aumenti dei tassi. Lo staff della Rousseff non ci sembra in grado di rilanciare la ripresa economica nel medio/breve periodo.

Il mantenimento al di sopra di 3,10 puo’ essere considerata la condizione per mantenere vive le prospettive grafiche rialziste di medio/breve. L’eventuale superamento di 3,25 potrebbe spingere la coppia valutaria verso i picchi annuali a 3,45, livello strategico anche in ottica di lungo periodo. Sotto 3,10 possibile assistere a una discesa verso 2,90.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.