Usd/Jpy ai massimi da inizio anno

Il cambio ha raggiunto 112,70, non lontano da 113,30 di inizio anno.

bg_usdjpy_404195
Fonte: Bloomberg

Torna a recuperare terreno il dollaro dopo la pausa della scorsa settimana. Il Dollar Index si è allontanato rapidamente dai minimi toccati lunedì (a 93,30) e sembra puntare nuovamente all'area di 95 punti.

A fare da traino al biglietto verde sembrano essere le minacce di Trump su nuovi dazi, che alimentano acquisti proprio sul dollaro. In realtà, anche i dati macro contribuiscono a rafforzare la divisa statunitense. L'accelerazione dei prezzi alla produzione e l'inflazione di giugno infatti continuano ad aumentare la possibilità che la Fed rialzi 4 volte i tassi di riferimento quest'anno . Anche gli operatori sembrano convincersi di ciò, visto il balzo dei rendimenti sul Treasury a 2 anni.

Nonostante la prudenza sul mercato riguardo al tema dazi, il cambio USD/JPY continua a salire. Graficamente il cross ha superato una resistenza importante, costituita dalla trend line ribassista che unisce i massimi decresenti del 2015, del 2016 e del 2017 (in blu). I forti acquisti delle ultime ore hanno portato immediatamente il cross sulla resistenza successiva, a 112,70, dove passa il 50% di ritracciamento di Fibonacci nella discesa partita dai massimi del 2015 e terminata a metà 2016.

Ci aspettiamo che un superamento di tale riferimento getterebbe le per un allungo in direzione di 115,8-116,10 (in rosso), dove passa la resistenza strategica di lungo periodo. Vista l'importanza di tale riferimento crediamo sia piuttosto difficile che venga rotto in prima battuta.

Indicazioni ribassiste si avrebbero, invece, solo con ritorno sotto la trend line sopra citata, con target a 109,50. Il supporto successivo è a 108 (in giallo), livello testato prima dell'accelerazione dell'ultimo mese. Solo un cedimento di tale riferimento aprirebbe a un ritorno sui minimi di marzo, a 104,60.

USDJPY_july18
Fonte: Piattaforma IG

Inizia a fare trading

Apri un conto e riceverai i segnali di trading dei nostri esperti.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.