Sterlina sotto pressione, May perde consensi

La sterlina perde terreno verso le principali valute mondiali dopo nuovi sondaggi in vista del voto dell'8 giugno.

IG_UK-Election-2017_Hero-Banner04

Rimane sotto pressione la sterlina questa mattina in scia alla pubblicazione di alcuni sondaggi in vista del voto del prossimo 8 giugno. Secondo YouGov, i conservatori di Theresa May avrebbero un vantaggio di soli 5 punti percentuali rispetto ai laburisti. Seppur si tratti ancora di un gap notevole, il divario è in netta riduzione rispetto a un mese fa, quando tra i due principali partiti c'erano circa 20 punti percentuali.

Il mercato teme che l'esito possa non essere così scontato e la maggioranza conservatrice in Parlamento possa non essere tanto diversa da quella attuale (330 membri su 650). L'ipotesi di una maggioranza non forte o addirittura di un hung parliament (Parlamento appeso) indebolirebbe il potere contrattuale della May nei negoziati con la Ue, rendendo tutto il processo incerto e allungandone le tempistiche.

E' proprio questo elemento che sta penalizzando la sterlina stamane. Per ora le vendite rimangono sotto controllo. Il cambio GBP/USD si sta allontanando dopo aver varcato la scorsa settimana la soglia di 1,30 per la prima volta da settembre scorso. Un ritorno verso 1,27 potrebbe essere ancora abbastanza alla portata.

Più importante potrebbe essere il movimento del cross EUR/GBP,tornato alla ribalza grazie anche alla forza della moneta unica in questo momento. Il cambio in questo momento si è riposizionato sopra 0,87, massimi da fine marzo. Il target più interessante al momento è a 0,90. Il trading range ad ampio raggio di questo cross (0,83-0,90) in essere da 6 mesi a questa parte potrebbe durare almeno sino a dopo l'estate, se le aspettative sul voto di giugno dovessero essere rispettate.
 

Inizia a fare trading

Apri un conto e riceverai i segnali di trading dei nostri esperti.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.