Sterlina aggiora i minimi, Carney annuncia prime misure

La sterlina scivola sotto 1,31 verso dollaro per la prima volta dal 1985.

bg_pound GBP sterling 05
Fonte: Bloomberg

Rimane sotto pressione la sterlina dopo l'annuncio di nuove misure da parte della Bank of England (BoE) arrivate questa mattina. La Banca centrale inglese ha deciso di tagliare a 0% (dal precedente 0,5%) il requisito di riserva anticiclica delle banche con effetto immediato. La misura dovrebbe liberare risorse per 150 miliardi di sterline, che potrebbero essere utilizzati per la concessione di nuovi prestiti a famiglie e imprese.

Inoltre il governatore della BoE, Mark Carney, ha lasciato intedere che il quadro rimane sfidante e altre manovre sono possibili durante l'estate. Probabilmente il prossimo step riguarderà un taglio dei tassi d'interesse, attualmente allo 0,5% (minimo storico), di 25 punti base. Una simile decisione potrebbe arrivare già in occasione della riunione di politica monetaria del 14 luglio.

Queste decisioni dovrebbero servire come un primo pacchetto d'emergenza per fronteggiare un deciso rallentamento dei consumi e un rallentamento degli investimenti. Crediamo che la Banca centrale si trattenga dall'annunciare misure monstre almeno sino a quando Londra non farà richiesta ufficiale di uscita dalla Ue, mediante l'adesione all'articolo 50 del Trattato di Lisbona.

In questo momento, infatti, l'incertezza politica è talmente elevata che potrebbe accadere di tutto, anche che il Paese decida di non uscire dalla Ue. A dimostrazione del caos politico in cui versa il Regno Unito, ci sono le dimissioni arrivate nell'ultima settimana dal premier Cameron, dall'ex sindaco di Londra, Boris Johnson, e dal leader di UKIP, Nigel Farage.

Le notizie arrivate oggi, incluse quelle sugli indici PMI servizi (scivolato ai minimi da 38 mesi), hanno messo sotto pressione la sterlina. La sterlina ha così aggiornato i minimi verso dollaro, toccando quota 1,3054, il livello più basso dal 1985, mentre il cross IN_EURGBP ha raggiunto quota 0,8545, livello più alto da ottobre 2013.

Probabilmente le vendite non si arresteranno qui. Per il cross IN_EURGBP confermiamo il target di 0,88, da raggiungere entro l'autunno, mentre per il cableil supporto più interessante rimane a 1,28.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.