PIL USA 3T brillante ma i consumi deludono

Il prodotto interno lordo negli Stati Uniti ha evidenziato un incremento del 3,5% annualizzato

USA-flag

Dati positivi per la crescita dell’economia statunitense nel terzo trimestre del 2014, che danno continuità alle ottime cifre registrate nel trimestre precedente (+4,6% a/a).

Secondo le stime preliminari diffuse dal Dipartimento del Commercio, tra luglio e settembre l’economia è cresciuta del 3,5% annualizzato, ben superiore alle aspettative del consensus fissate per un +3% a/a.

All’interno del dato, è stato sorprendente il contributo delle spese governative (soprattutto per la difesa nazionale +16% a/a, miglior dato dal secondo trimestre del 2009). Molto bene anche le esportazioni salite del 7,8%.

AA1Fonte: Elaborazione Interna

 

Osservando nello specifico le cifre tuttavia troviamo qualche ombra sulle componenti del PIL. A deludere è soprattutto la crescita della spesa per consumi. Nel terzo trimestre le personal consumption expendintures hanno mostrato un incremento dell’1,8% (secondo dato peggiore degli ultimi 7 trimestri). Abbastanza debole anche il dato sul mercato immobiliare (+1,8% rispetto al +8,8%).

AA2Fonte: Elaborazione Interna

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.