Nzd/Usd: bel balzo per il cross, nel mirino target a 0,84 e 0,8544

Continua la crescita del cambio tra dollaro neozelandese e dollaro statunitense (NZD/USD)

Il movimento rialzista è legato in prevalenza al debole dato macroeconomico sul mondo del lavoro statunitense pubblicato venerdi’ scorso negli Stati Uniti. L’US Bureau of Labor Statistics ha infatti comunicato che nel mese di dicembre l’amministrazione Obama è riuscita a creare solamente 74 mila nuovi posti di lavoro, ben inferiori alle nostre attese fissate su un +200 mila. A poco è servito il brillante dato sul tasso di disoccupazione sceso al 6,7% (dal 7% di novembre), arrivando ai minimi da ottobre 2008, grazie soprattutto al forte calo del tasso di partecipazione alla forza lavoro. Crediamo che le cifre macro sul mondo del lavoro possano incentivare i membri del FOMC a proseguire il tapering (riduzione graduale del piano di acquisti di titoli governativi da parte della FED) come previsto senza dover intervenire con ulteriori accelerazioni.

Graficamente, il cross NZDUSD ha dato continuità alla tendenza positiva di breve periodo partita dai minimi del 30 dicembre arrivando a segnare a 0,8388 un picco delle ultime sei settimane. L’eventuale vittoria al di sopra della resistenza posizionata a 0,84 darebbe ulteriore conferma alle prospettive grafiche di crescita di breve termine, creando i presupposti per una estensione dell’allungo in direzione degli obiettivi situati a 0,8544, massimo di fine ottobre, e 0,8676, picco di inizio aprile. Indicazioni di debolezza arriveranno invece con la rottura dei sostegni in area 0,81, preludio per una possibile flessione fino a 0,8015 almeno, ultimo dei ritracciamenti di Fibonacci dell’ascesa dai bottom della scorsa estate

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.