Eur/Usd si difende sopra 1,20

Il cambio continua ad essere sostenuto in scia ai dati macro migliori delle attese.

bg_euro currency new 03
Fonte: Bloomberg

Ancora acquisti sull'euro questa mattina dopo i dati macro brillanti arrivati dagli indici PMI servizi di dicembre. Il clima di risk on sembra padroneggiare ovunque. L'entusiasmo in questo inizio d'anno rimane guidato, quindi, dall'accelerazione dell'attività economica che potrebbe portare presto alla revisione delle stime di crescita globali.

Proprio le buone indicazioni macro hanno spinto alcuni membri della Bce nelle ultime settimane, tra cui Nowotny e Couré ad aprire alla possibilità di una fine del QE a settembre. Nonostante le indicazioni incoraggianti che arrivano dalla crescita, è ancora troppo presto per fare previsioni così a lungo termine. Lo scenario potrebbe cambiare rapidamente vista la presenza di rischi globali, tra cui spiccano quelli geopolitici in alcune aree strategiche come il Medio Oriente e in Corea del Nord.

Sul fronte statunitense, ieri sera le minute della Federal Reserve hanno mostrato ancora una certa cautela nel rialzo dei tassi d'interesse vista la bassa inflazione. I governatori non sembrano essere troppo convinti di un'accelerazione dei prezzi al consumo grazie alla riforma fiscale, i cui effetti di medio lungo periodo saranno piuttosto contenuti. Queste aspettative frenano i rendimenti sui Treasury, elemento questo che contribuisce a indebolire il biglietto verde.

Graficamente il cambio Eur/Usd rimane impostato al rialzo. La resistenza principale rimane collocata a 1,21, oltre la quale potrebbero liberarsi ulteriori acquisti. Il target principale di medio periodo sembra essere collocato in area 1,25-1,26. Attenzione al cedimento di 1,20 che potrebbe aprire a un consolidamento verso 1,18. Domani ci sono in agenda i dati del mondo del lavoro statunitense che potrebbero portare volatilità sul cross.

Inizia a fare trading

Apri un conto e riceverai i segnali di trading dei nostri esperti.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.