Eur/Usd: test della resistenza in area 1,3450 poi arretra

Ieri c’era molta attesa per ascoltare gli interventi di due membri della FED per avere ulteriori indicazioni sulle prossime mosse della banca centrale del paese a stelle e strisce

Il governatore della FED di Atlanta, Dennis Lockhart, ha affermato che le politiche monetarie aggressive sono ancora necessarie per dare sostegno all’economia. Secondo Lockhart gli effetti dello “shutdown” governativo influenzeranno i dati macroeconomici fino a dicembre. Anche il  presidente della FED di Minneapolis, Narayana Kocherlakota, ha dichiarato di essere super-favorevole al prolungamento degli stimoli monetari sulla scia dell’incertezza dell’outlook per la crescita dei nuovi posti di lavoro e della bassa inflazione.

Dal punto di vista tecnico il cambio ha messo pressione alla resistenza in area 1,3450. Servirà proprio una perentoria vittoria del suddetto riferimento per allentare le recenti tensioni e creare i presupposti per un allungo in direzione degli obiettivi situati a 1,35 (area di transito della trendline rialzista che congiunge i bottom di luglio con quelli di settembre, prima supporto dinamico ora resistenza dinamica) e 1,3550, picco del 6 novembre. Discorso ben diverso in caso di cedimento di 1,3360, preludio a un possibile calo a 1,33 (50% del ritracciamento di Fibonacci dell’ascesa dai minimi estivi), ultimo appiglio utile per scongiurare una caduta ben più rovinosa.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.