Eur/Usd: spike rialzista dopo le parole di Nowotny poi ripiega, attesa per le vendite al dettaglio

Il cross deve superare le resistenze comprese tra 1,37 e 1,3720 per rilanciare spinta rialzista

Il cambio euro/dollaro ha evidenziato un importante movimento rialzista di brevissimo periodo dopo le parole del governatore della Banca Centrale Austriaca, Ewald Nowotny (membro votante del Consiglio Direttivo della BCE) ad una conferenza a Vienna. Il banchiere ha espresso un forte ottimismo sulle prospettive di crescita della Zona Euro nel 2014 (+1% per Eurolandia, +2% per Germania e Austria) molto migliori rispetto a quello dello scorso anno. Ora l’attenzione degli addetti ai lavori è soprattutto rivolta verso gli States. Prima dell’apertura di Wall Street due grandi banche (JPMorgan Chase e Wells Fargo) pubblicheranno i dati trimestrali che potranno fornire indicazioni sullo stato di salute del settore finanziario USA. Importanti poi le cifre macroeconomiche sulle vendite al dettaglio e inoltre gli interventi di due banchieri centrali delle FED regionali (Fisher FED di Dallas e Plosser FED di Philadelphia).

EUR/USD ha mostrato uno spike rialzista fino a 1,37 circa per poi ripiegare a 1,3680. Dal punto di vista tecnico l’eventuale superamento delle resistenze comprese tra 1,37 e 1,3720 (50% del ritracciamento di Fibonacci della discesa dai picchi del 27 dicembre 2013) sarebbe da interpretare come un importante segnale positivo che getterebbe le basi per una estensione dell’allungo in direzione degli obiettivi situati a 1,3760 e 1,3820, ultimi ostacoli da oltrepassare per lanciarsi verso il top di 1,3894. Tali prospettive grafiche incomincerebbero a vacillare in caso di cedimento del supporto posizionato a 1,3640, preludio a un possibile calo verso 1,36 e 1,3550.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.